facebook twitter rss

Poderosa, contro Giulianova
una vittoria importante

SERIE B - La capolista approcciava il match di giornata dopo una settimana a dir poco travagliata, caratterizzata in negativo da parecchie defezioni nel rooster. Ne scaturiscono comunque due punti che puntellano ulteriormente la già salda posizione al comando della classifica
domenica 26 marzo 2017 - Ore 22:13
Print Friendly, PDF & Email

MONTEGRANARO – Non tragga in inganno il punteggio. La Poderosa ha avuto il suo bel da fare per domare una orgogliosa Etomilu Giulianova, priva di Rosa, riuscendo a venire a capo del match solo nell’ultimo periodo. Con Dip e Di Viccaro in borghese a causa dei rispettivi infortuni, e dopo una settimana travagliata, i gialloblù sono stati costretti a cercare nuovi equilibri e non è stato semplice farlo contro una squadra, quella abruzzese, affamata di punti salvezza.

IL TABELLINO

XL EXTRALIGHT PODEROSA MONTEGRANARO 87: Paesano 4, Ciarpella, Rivali 8, Marzullo, Bedetti 12, Broglia 14, Callara 12, Rizzitiello 11, Gueye 21, Diomede 5. All: Ceccarelli

ETOMILU GIULIANOVA 63: Sacripante 5, Gallerini 2, Cianella, Colonnelli 14, De Angelis 5, Ricci 26, Di Diomede 4, Bartolozzi 7, Magazzeni, Zacchigna. All: Francani

ARBITRI: Venturini e Chiarugi

PARZIALI: 21 – 15, 20 – 20, 17 – 11, 26 – 15

LA CRONACA

Alla fine, comunque, è arrivata una vittoria importante, che consente alla Poderosa di tenere a distanza in classifica la coppia Bisceglie-Campli, sempre a -6 ma con sole cinque giornate da giocare. Protagonista del match un caldissimo Gueye, che conferma il suo ottimo momento di forma griffando 21 punti con cinque triple, comprese le due che hanno dato il la alla fuga dei locali in avvio di quarto periodo. Solita prova da all around per capitan Broglia (14 punti, 11 rimbalzi e 4 assist) ma ottima anche la serata di Callara, lanciato a sorpresa in quintetto da coach Ceccarelli e capace di rispondere con 12 punti e tre canestri dall’arco.

Seppur a fatica, comunque, i veregrensi, aiutati dalla serata di grazia dall’arco (15/30 da 3 di squadra) hanno sempre condotto il match a parte lo 0-2 iniziale firmato dall’unico canestro di un Gallerini finito presto fuori partita a causa dei falli (tre dopo soli 5’). I canestri di Gueye accendono la Poderosa, che però fatica a scardinare la difesa a zona di Giulianova. La scossa la dà l’ingresso di Bedetti, che con 8 punti in un amen spinge la XL Extralight per la prima volta in doppia cifra di vantaggio (30-17 al 14’). La Etomilu tiene botta aggrappandosi ad un infuocato Ricci (26 punti con 8/13 dal campo, 6 rimbalzi, 2 assist e 7 falli subiti per l’ex San Severo) e rientrando fino al -4 (41-37 al 19’) ma spreca tante occasioni per rientrare davvero in partita, nonostante la Poderosa alterni buone cose a palle sprecate in malo modo. Gli abruzzesi si tengono sotto la doppia cifra di distacco fino alla fine del terzo periodo, quando la tripla di Broglia ridà 13 lunghezze di vantaggio ai gialloblu in vista dell’ultimo periodo (61-48). È l’ora della spallata e a darla è Gueye, che apre il quarto con due canestri dall’arco per il +17, Rizzitiello segue l’esempio e sempre dall’arco mette l’ultimo chiodo sulla bara della Etomilu (70-50 al 32’). I giuliesi non ne hanno più e la Poderosa può guardare con maggiore serenità ad una settimana che potrebbe essere decisiva nella volata al primo posto: giovedì alle 20.30 turno infrasettimanale sul campo di Ortona, poi domenica si torna a casa per il derbyssimo contro Porto Sant’Elpidio.

LE DICHIARAZIONI

“Siamo molto contenti del risultato perché in una settimana difficile come questa non c’era nulla di scontato – ammette nel dopo gara coach Ceccarelli -. Non ci siamo mai riusciti ad allenare bene e a preparare adeguatamente la partita. L’importante era vincere e lo abbiamo fatto, potevamo giocare meglio ma il problema è che soprattutto l’assenza di Dip condiziona molto il nostro modo di giocare, che passa molto dalla ricerca del nostro pivot in area. Ci dà situazioni di un certo tipo che quando non abbiamo, come oggi, poi si sente. Abbiamo dovuto trovare delle soluzioni alternative che speriamo ci servano per il minor tempo possibile, anche se questo lo sapremo non prima di domani in seguito agli esami che farà Dip. In questa parte finale della stagione speravo di poter dare un po’ di riposo a chi ha tirato la carretta per tanti mesi, ma questi infortuni me lo impediscono. Faccio un esempio: Diomede nel mese di gennaio, quando è mancato Rivali, è stato costretto ad un super lavoro ed ora a livello fisico si vede che non è nel suo miglior momento. Lo ringrazio perché non si tira mai indietro né in allenamento né in partita ma si vede che non è al meglio. Purtroppo non possiamo farlo rifiatare un po’, così come gli altri. Ad ogni modo, siamo sempre a +6 sia su Campli, che incontreremo fra qualche settimana, che su Bisceglie, che strapazzando San Severo ha dimostrato ancora una volta tutto il suo valore. Ora un giorno di riposo poi da martedì testa ad Ortona, che ha perso ad Isernia e che quindi avrà necessità assoluta di fare punti per evitare i playout visto come sta risalendo da dietro Venafro. Ortona è un campo caldo, dove non è facile vincere e la We’re ha un roster sicuramente attrezzato per la categoria”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X