facebook twitter rss

Si riapre il discorso salvezza:
la Futura 96 vince
di misura sul Colli

PROMOZIONE - Vittoria che rimette tutto in gioco: ora la zona franca dista tre punti. Il Postacchini, che ad inizio campionato era un tabù per i fermani, adesso sembra essere un punto di forza. A Capodarco i locali non perdono da gennaio
domenica 26 marzo 2017 - Ore 21:24
Print Friendly, PDF & Email

CAPODARCO di FERMO – Undici punti nelle ultime sei gare per una Futura 96 che sembra aver trovato la giusta quadratura. Poche le prestazioni positive dei ragazzi di Pilone, apparsi svuotati e senza energie. Un po’ meglio nella ripresa ma non basta per impedire il successo ai rossoblù, autori di un’ottima gara.

IL TABELLINO

FUTURA 96 1 (4-3-3): Marziali; Mannozzi, Murazzo Gianluca, Bordoni, Murazzo Antonio; Capiato, Bartolini (15′ st Marzan),Conte;  Giuliani (36’ st Alessandro Spinozzi), Achilli (20’ st Pelliccetti), Bracciotti. A disposizione: Verone, Manuele Spinozzi, Marcaccio, Luccerini. All. Di Clemente

AZZURRA COLLI 0 (4-3-3): Facibeni; D’Alonzo, Paoluzzi, Stangoni, Mannocchi; Croce, Battilana (27’ st Pelliccioni) Porfiri; Oprea (33’ st Curri), Crocetti, Zahraoui (13’ pt Chiovini). A disposizione: Benedetti, Oddi, Curzi,  Pezzoli. All. Pilone

RETI: 6′ pt Capiato

ARBITRO: Gianluca Renzi di Pesaro, Daniele Busillacchi di Ancona, Marco Viglietta di Macerata

NOTE: Spettatori 100 circa; corner 3 – 4; recupero +1’ +8’

LA CRONACA

Al Postacchini di Capodarco, i padroni di casa scendono in campo con il consueto 4-3-3, con il rientrante Achilli a fare reparto supportato da Giuliani e Bracciotti sugli esterni. L’Azzurra Colli priva dei febbricitanti Antenucci e Gagliardi e dell’infortunato Pezzoli, risponde a specchio schierando il tridente Oprea, Crocetti, Zaharaoui. I padroni di casa scendono in campo con cuore e grinta sin dalle prime battute, dimostrando di essersi lasciati alle spalle lo sfortunato stop esterno sul campo del Porto Sant’Elpidio, neo vincitore del girone B. Dopo soli 6′ i rossoblù trovano la via del gol: cross di Capiato che termina la sua corsa direttamente in fondo al sacco. Gli uomini di Di Clemente mettono la gara subito in discesa e provano ad amministrare, cercando di far male poi nelle ripartenze. Numerosi, di fatto, i contropiedi fermani, ma quest’ultimi si dimostrano poco cinici, coi collesi salvati in più di un’occasione da un Facibeni in giornata di grazia. Non bastano gli ingressi di Curri e di un vivace Pelliccioni per riportare il match in parità, l’unico brivido dalle parti di Marziali è stato un tiro di Crocetti allo scadere, ancora una volta il migliore dei suoi, che sibila a lato. La Futura 96 vince, convince e riapre il discorso salvezza.

Leonardo Nevischi


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X