facebook twitter rss

20 anni dalla caduta del meteorite a Fermo, Ettore Fedeli lo ricorda

FERMO - Può la cultura, intesa come apprendimento e arricchimento delle proprie conoscenze attraverso la curiosità che porta alla scoperta di cose nuove, avere riflessi positivi sulla salute? Secondo il professor Ettore Fedeli sì
martedì 28 marzo 2017 - Ore 20:46
Print Friendly, PDF & Email

di Alessandro Giacopetti

Proseguono gli appuntamenti del martedì intitolati “Al museo per un tè” all’interno del programma Museo Mai Fermo che oggi pomeriggio all’aula didattica situata al piano terra di Palazzo dei Priori ha visto protagonista il meteorite di Fermo. La storia del ritrovamento della pietra, a 20 anni dalla sua caduta, è stata narrata proprio dal professor Ettore Fedeli, che, al tempo del ritrovamento ricopriva la carica di sindaco della città. Erano circa le 17.30 del 25 settembre 1996, quando in campo del quartiere Santa Petronilla all’interno di un cratere di circa 40 centimetri di diametro e di profondità è stato rinvenuto il grosso frammento spaziale grazie a Luigino Benedetti e Giuseppe Santarelli. Delle dimensioni di 24 x 19 x 16 e del peso di 10 chilogrammi, una parte è stata tagliata per essere studiata.
Non una conferenza ma un incontro interattivo con i presenti in cui il professor Fedeli ha coinvolto il pubblico con domande spiegando sì concetti scientifici ma senza tralasciare le emozioni, partendo dalle grandi domande che da sempre ci poniamo: “Come si è formato il sistema solare, come è nata la vita sulla terra, cosa ha causato la scomparsa dei dinosauri, esistono altre forme di vita nell’universo”. Una piccola fetta di meteorite è stato poi fatto toccare al pubblico presente “perché la scienza non è fatta solo di formule ma anche di emozioni e sensazioni”, ha detto Ettore Fedeli.
Il programma Museo Mai Fermo prevede quattro giorni della settimana (martedì, mercoledì, giovedì, venerdì), collegati a quattro tipi di iniziative diverse rispettivamente: al museo per un thé; curiosario; merenda culturale; passeggiando per Fermo. Quello con il meteorite è stato il secondo appuntamento della rassegna “Al museo per un tè” che proseguirà martedì prossimo, 4 aprile, con la figura di Liverotto Uffreducci, (o Oliverotto Euffreducci) signore di Fermo, a cura di Carlo Pagliacci della Zefiro Edizioni. Il prossimo appuntamento sarà mercoledì 29 marzo alle 16.30 sempre all’aula didattica della sala Incontri a Palazzo dei Priori con il laboratorio per bambini dedicato allo scrigno dei Romani, mentre giovedì 30 aprile torneranno le merende culturali. Venerdì 31 aprile alle 21.30 sarà la volta della prima delle passeggiate notturne alla scoperta del capoluogo con Fermo Noir. Si parte dalla sede di Musei di Fermo al piano terra di Palazzo dei Priori.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X