facebook twitter rss

Kick boxing, per gli
organizzatori bilancio in positivo

CONTATTO - A distanza di qualche giorno dall'appuntamento sportivo è dunque il momento di tirare le somme. Di Biagio: "Siamo una grande famiglia, ottima l'intesa operativa e soddisfacenti i risultati scaturiti dal ring"
mercoledì 29 marzo 2017 - Ore 02:14
Print Friendly, PDF & Email

Al centro Rossano Di Biagio, ai suoi lati alcuni pilastri della disciplina di contatto

MONTEGRANARO – E’ del tutto positivo il bilancio del sabato di kick boxing andato in onda nel week trascorso nella palestra comunale del quartiere San Liborio. Dal primo pomeriggio alla seconda serata, sul ring estemporaneo allestito per l’occasione si sono sfidati dapprima i dilettanti di ambo i sessi, suddivisi per categoria di peso, infine, dal primo dopo cena a chiusura, a deliziare la folta platea di intervenuti ecco nientemeno che i combattimenti tra professionisti, da regolamento con la possibilità di giungere persino al ko dell’avversario (leggi l’articolo).

L’appuntamento per la tappa valida il circuito Marche – Abruzzo della Federazione Fight One ha messo pertanto in evidenza i seguenti risultati: a trionfare tra i dilettanti nella categoria di peso under 63 kg c’è stato Mohamed Hakhimi e in quella sotto agli 80 kg Matteo Cognigni.

Per quanto riguarda il raggruppamento della K1, vale a dire del contatto pieno, per gli under 75 kg si è registrato il successo di Mario Bentrifa. Nella categoria dei professionisti “match pro”, negli under 65 il vincitore è stato Zaki Heidari, atleta del locale team Olimpia. principale organizzatore della manifestazione, che ha avuto la meglio su Mattia Buccella di Pescara, al temine di un match tecnico e tirato, dove l’atleta di casa ha maturato il successo ai punti.

“Zaki fino al terzo round ha reso per una sfida alla pari – ha dichiarato Rossano Di Biagio, maestro dell’italo/afgano e tra i principali organizzatori dell’appuntamento in esame – poi un diretto destro che ha messo al tappeto l’avversario, seppur non in un definitivo ko, ha fatto la differenza ai punti. Un grazie lo devo a tutti gli sponsor e alla grande famiglia dell’Olimpia: ai ragazzi ho chiesto una mano per la logistica e per la buona realizzazione del sabato sportivo…ebbene, ne ho ricevute due. All’apertura del pomeriggio di incontri abbiamo inoltre donato una targa di riconoscimento a Nando Calzetta, amico ed atleta di spicco nel circuito Oktagon, che a breve sfiderà per il titolo mondiale niente meno che John Wain”.

Paolo Gaudenzi


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X