facebook twitter rss

Il Liceo Calzecchi Onesti apre le porte
agli studenti russi del “2010”:
parte lo scambio culturale

FERMO - Dal liceo russo l'invito ai fermani a recarsi a Mosca per conoscere cultura, lingua e sistema scolastico locali. Il prefetto Mara Di Lullo ai ragazzi del liceo moscovita: "La città è a vostra disposizione"
mercoledì 5 aprile 2017 - Ore 10:15
Print Friendly, PDF & Email

“Il progetto – spiega la preside del Calzecchi Onesti, Marzia Ripani – è di scambio culturale Italia-Russia, nello specifico Fermo-Mosca. I ragazzi hanno iniziato lo scorso anno con i primi contatti tra scuole. Abbiamo atteso che l’organizzazione fosse definitiva sia per l’Italia che per Mosca. Grande entusiasmo per il liceo 2010 in quanto è il primo scambio con Mosca per noi e per il liceo di Mosca con l’Italia. Il Liceo 2010 ha nel proprio piano di offerta formativa la lingua italiana da poco. E l’obiettivo principale è proprio quello di diffondere la lingua, la cultura e la letteratura italiana. Nel nostro programma di accoglienza sono previste lezioni di italiano per i russi e i nostri ragazzi seguiranno lezioni di lingua e letteratura russa al liceo 2010. Fare uno scambio significa immersione totale nella cultura, nella storia e nelle radici di un Paese e promuovere rapporti interculturali. Il fatto che in uno scambio siano previste anche visite sul territorio vuol dire accogliere. Gli accordi interculturali siano una premessa per la crescita culturale e per i giovani, apertura totale e possibilità di instaurare dei rapporti importanti. Il nostro territorio ha avuto e ha con la Russia rapporti commerciali di altissimo livello. I ragazzi russi e italiani potranno visitare alcune aziende italiane come Loriblu o aziende di Montegranaro per far capire ai ragazzi russi l’importanza del prodotto italiano e il processo produttivo nel territorio fermano. Avere prodotti fermani e italiani di altissima qualità in Russia equivale a avere la consapevolezza di una filiera di tipo industriale e aziendale che garantisce la reciprocità commerciale e l’originalità e la qualità della produzione italiana. Lo scambio è dunque occasione di crescita in ogni ambito. E’ previsto un tour organizzato dalla Provincia nel Fermano. In programma anche incontri con i sindaci del territorio. I ragazzi potranno avere contatti con le scuole locali e conoscere la storia della Marca fermana.

“Colgo l’occasione per esprimere la mia vicinanza per l’attentato dei giorni scorsi a San Pietroburgo, che è sicuramente un segno dei momenti difficili che stiamo vivendo. Proprio attraverso gli scambi, attraverso il dialogo i ragazzi – le parole del prefetto Mara Di Lullo – hanno modo di opporsi a ogni forma di violenza. Questo avviene attraverso la cultura, i contatti, il dialogo proprio venendosi incontro reciprocamente. Stiamo vivendo un periodo molto difficile, quindi è proprio alle nuove generazioni che anche noi più grandi dobbiamo fare appello perchè questo momento possa essere gradualmente superato, non è una questione di pochi anni e probabilmente toccherà proprio ai ragazzi, con il loro impegno con la loro cultura, con la loro partecipazione e sensibilità poter porre rimedio alle sfide che purtroppo la storia ci sta mettendo di fronte. Tornando allo scambio culturale, i ragazzi avranno modo di conoscere alcuni aspetti di questa provincia ma anche di scambiarsi opinioni e aspirazioni. Noi come istituzioni siamo a disposizione. Illustrerò loro cosa fa un prefetto. La città è a disposizione per un soggiorno il più sereno possibile. Ringrazio la preside e tutti coloro che hanno reso possibile questo scambio”. Nel corso degli interventi la dirigente del Liceo 2010 ha rivolto alla preside e agli alunni del Calzecchi Onesti l’invito a visitare il Liceo 2010 e per mostrare il sistema scolastico russo, e a partecipare a una conferenza che si terrà a Mosca con ministro dell’istruzione e tutti i dirigenti scolastici per presentare il sistema scolastico italiano: “I nostri studenti potranno conoscere la lingua italiana e la cultura marchigiana. Lo stesso potranno fare gli studenti italiani in Russia”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X