facebook twitter rss

Fermo patria del violino, il Maestro Kushnir presidente di giuria del Postacchini

FERMO – La XXIV edizione del Premio organizzato dall'associazione Antiqua Marca Firmana si terrà dal 20 al 27 maggio
giovedì 6 aprile 2017 - Ore 12:19
Print Friendly, PDF & Email

Alcuni tra i più grandi nomi del violinismo mondiale anche quest’anno si daranno appuntamento al Teatro dell’Aquila di Fermo dal 20 al 27 maggio per comporre la giuria della XXIV edizione del Concorso Violinistico Internazionale “Andrea Postacchini”.

L’associazione Antiqua Marca Firmana, che organizza ogni anno la prestigiosa manifestazione con estrema professionalità e dedizione, svela i sette giurati che saranno chiamati al duro compito di valutare e selezionare i giovani violinisti dagli 11 ai 35 anni che da ogni parte del mondo partecipano per aggiudicarsi l’ambito titolo o semplicemente per inserire nel proprio curriculum la tappa al concorso.

A presiedere la giuria quest’anno un Maestro di altissimo spessore, riconosciuto a livello mondiale, il Professor Boris Kushnir. Ormai austriaco dal 1981 ma nato a Kiev e formatosi al Conservatorio Tchaikovsky di Mosca, ha vinto numerosi premi in concorsi internazionali di violino e musica da camera ed è stato Presidente dei più prestigiosi concorsi musicali, dal Regina Elisabetta di Bruxelles al Concorso Tchaikovsky di Mosca, passando per il Concorso Internazionale di Violino di Indianapolis e il Paganini di Genova, solo per citarne alcuni. È professore presso l’Università di Musica e Arti della Città di Vienna e presso l’Università di Musica di Graz. La sua fama e il suo prestigio gli hanno valso la “Gran Decorazione d’Onore in Argento al Merito della Repubblica Austriaca” e nel 2013 la “Croce d’Onore Austriaca per le Scienze e le Arti di I classe”.

Unico italiano in giuria è il M° Alberto Martini, direttore artistico e primo violino dei Virtuosi Italiani. Tantissime le collaborazioni con i più importanti direttori d’orchestra quali Riccardo Muti, Valery Gergiev, Dmistri Yurovsky e numerosi altri. Titolare di masterclass e della cattedra di Violino nei Conservatori di Bolzano, Trento e Verona, attualmente ricopre questo ruolo presso il Conservatorio Statale di Musica “L. Marenzio” di Brescia.

Viene da Parigi invece il M° Christophe Giovaninetti, violinista di fama mondiale e professore al Conservatorio di Parigi. Ha partecipato a numerose tournée in tutto il mondo, tenendo concerti in sale prestigiose, quali la Carnegie Hall di New York, la Suntory Hall di Tokyo, l’Opera House di Sydney, la Queen Elisabeth Hall di Londra e numerose altre.

Dalla Cina invece è un gradito ritorno quello del M° Mingen Zhou, professore associato di violino e direttore della Sezione Archi alla Scuola Media di Musica affiliata al conservatorio di Shanghai, già membro di giuria del concorso fermano nel 2014. Dopo la prima formazione al conservatorio di Shanghai, si è perfezionata al Conservatorio Nordico di Musica in Norvegia. Dà masterclass di violino a Shanghai, Kunming, Macao ed anche in altre città della Cina portando i suoi studenti a conseguire apprezzabili risultati in diversi concorsi internazionali, cosa che le è valsa numerose onorificenze per la qualità della sua docenza.

Dagli Stati Uniti il M° Yibin Li, membro e fondatrice del Duo di Shanghai e del Quartetto d’Archi Iris e vincitrice di numerosi concorsi internazionali come, tra gli altri, il Concorso Artista Internazionale a New York City nel 2001. Dopo il diploma al Conservatorio di Shanghai, è stata invitata a far parte del corpo docente come professore di ruolo di violino, dove rimane per 6 anni. Da anni a New York, il M° Li è assistente del professor Lewis Kaplan presso la Juilliard School.

Terza donna in giuria, il M° Sonig Tchakerian, violinista di origine armena che ha studiato con Maestri come Accardo, Milstein e Guglielmo. Per le Settimane Musicali al Teatro Olimpico è responsabile dei progetti di musica da camera ed è docente all’Accademia di Santa Cecilia per quel che riguarda i corsi di perfezionamento in violino. Suona un Gagliano del 1760.

Settimo giurato è il M° israeliano Yehezkel Yerushalmi, primo violino del Maggio Musicale Fiorentino dal 1985. Ha suonato nelle più grandi orchestre sotto la direzione di Abbado, Giulini, Maazel, Osawa e numerosi altri. Dal 2002 ha creato programmi speciali per i concerti del Giorno Internazionale della Memoria dell’Olocausto che gettano debita luce sulla causa dei musicisti ebrei e compositori uccisi dai nazisti.

Una squadra di altissimo spessore a Fermo, patria marchigiana del violino, per una edizione che si preannuncia intensa e una competizione che come sempre sarà molto dura richiedendo grandi capacità e qualità a tutti i concorrenti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X