facebook twitter rss

“Rivendico la mia coerenza”,
Martinelli presenta la coalizione:
al suo fianco Lega nord, Fi, Fdi e Unione civica

sabato 8 aprile 2017 - Ore 17:36
Print Friendly, PDF & Email

“Rivendico la mia coerenza, mi sono candidato come comune denominatore di una coalizione che è la stessa con cui mi sono presentato in passato”. Giovanni Martinelli è ufficialmente in campo per le amministrative 2017. Dal Panorama Caffè, affiancato dai referenti delle 4 forze che lo sosterranno, lancia la sua sfida per riprendere la fascia tricolore indossata dal 2004 al 2007.
Manifesti in stile Andy Warhol, promesse di una campagna elettorale leale, pur non rinunciando a qualche stoccata agli avversari. “Sono cresciuto con l’insegnamento di offrire disponibilità senza condizioni verso la propria comunità – ricorda Martinelli – Da quel che ho letto finora, sono stati lanciati messaggi di cambiamento legati alla parola coerenza ed appelli al nuovo da persone che sanno di tutto, fuorché di nuovo e di coerente. Io ho vissuto una vita al servizio dell’associazionismo. Lasciatemi dire che nessuno può vantare il mio pedigree. Farò campagna elettorale per Martinelli e per la coalizione di Martinelli, contro nessuno”.


Col candidato sindaco i rappresentanti di partiti e liste che lo sosterranno. “Martinelli è un nome su cui non abbiamo avuto dubbi – assicura il leader provinciale della Lega nord Milco Mariani – ha esperienza e qualità che lo rendono la miglior figura da spendere. Oggi in un bilancio comunale il 30% della spesa va al sociale, servono scelte forti e il coraggio di prenderle, che Giovanni sicuramente ha”. “E’ una coalizione con cui si riunifica il centrodestra – aggiunge Maria Mariani, coordinatrice locale di Forza Italia – Sant’Elpidio ha bisogno di coesione, onoreremo questa responsabilità e imprimeremo un cambio di passo”. Il coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia Giorgio Marcotulli si dice “affascinato da Martinelli, figura di personalità e spessore culturale che lo rendono un punto di riferimento per la città al di là della politica”. Infine Lorenzo Marziali di Unione civica: “Ringrazio Giovanni per avermi voluto, sono da anni impegnato nell’associazionismo e sono onorato di poter offrire un contributo”.
Ricordando il precedente mandato da sindaco, la definisce “un’esperienza stupenda. Come ho fatto già in passato, prometto di non promettere niente. C’è bisogno di intervenire sulla sicurezza, combattendo la percezione totale di insicurezza dei cittadini. Abbiamo un polo scolastico Bacci ormai inadeguato e siamo l’unica città con una scuola superiore a non aver mai ricevuto investimenti sull’edilizia scolastica. Voglio una città capace di tornare a fare sistema nel territorio e che non sia più marginalizzata come oggi. Sulla cultura credo che la mia storia parli per me, deve essere opportunità di crescita per la comunità. Abbiamo un centro storico desertificato, intristisce passeggiarci. Non avremo più il centro di quando ero bambino, ma dobbiamo riportare gente ed opportunità. Rivendico con forza il progetto del Centro commerciale naturale che sotto la mia amministrazione ci vide investire 110 mila euro e portando all’avvio di 11 nuove attività”.
Su chi ha criticato il suo ritorno in campo è caustico. “Qualcuno dice che sono vecchio, vedo in lizza persone che sedevano in giunta col Pci negli anni ’80 e sono ancora lì, c’erano negli anni ’90, negli anni 2000 e ancora oggi. Siamo alla vita politica 4.0. Ai soloni del nulla che si agitano sui social rispondo con le parole di un ex presidente americano, che diceva: smettete di dire falsità su di me e io smetterò di dire la verità su di voi”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X