facebook twitter rss

Faccia a faccia balneari-sindaco:
dalla Tari alla sicurezza,
le rassicurazioni di Loira

PORTO SAN GIORGIO - I concessionari di spiaggia: "Il primo cittadino confida che l’aumento della Tari sarà abbattuto con l’intervento della Regione ancor prima che possano essere definite le cartelle di incasso. Sulla sicurezza ha avuto un colloquio con il Prefetto". Sul tavolo anche raccolta differenziata, la pulizia cassonetti, manutenzione dei fossi e rinfoltimento delle scogliere
lunedì 10 aprile 2017 - Ore 18:41
Print Friendly, PDF & Email

“Nell’odierno incontro con il primo cittadino di Porto San Giorgio, Nicola Loira, il gruppo dei balneari di Confcommercio Marche Centrali ha posto molte questioni importanti per la categoria. “Pulizia della spiaggia, raccolta differenziata, manutenzione dei fossi, rinfoltimento delle scogliere, dragaggio del porto, sicurezza ed illuminazione del lungomare, isola pedonale e tassa rifiuti. Carlo Iommi, referente locale del settore – fanno sapere da Confcommercio Marche centrali –  ha subito posto l’attenzione sull’aumento della Tari, una tariffa già altissima per i concessionari i spiaggia che pagano da un minimo di 5 ad un massimo di 15 mila euro annui per stabilimento e che non possono sopportare ulteriori aumenti. Anche il problema sicurezza non è da sottovalutare specialmente con i fenomeni di microcriminalità e di vandalismo che con i primi caldi si riaffacciano puntuali e che, senza il presidio della polizia lungo la costa, sono più difficili da debellare. I presenti hanno poi discusso della proposta, già avanzata lo scorso anno di dar modo alle auto, in parcheggio sull’isola pedonale, di poter togliere l’autovettura entro le 20 lasciando il tempo a turisti e residenti di godersi la spiaggia fino a tardi senza l’ansia di spostare l’auto alle 19,30 con l’inizio dell’isola pedonale. Il sindaco Loira nelle sue risposte ha assicurato la massima attenzione per il settore balneare che è sempre l’elemento trainante dell’economia turistica della città e confidando che l’aumento della Tari, dovuto al problema delle 2 mila tonnellate in più di detriti spiaggiati smaltiti dal comune di Porto San Giorgio, sarà abbattuto con l’intervento della Regione ancor prima che possano essere definite le cartelle di incasso. Quanto alla sicurezza ha riferito ai presenti di aver già avuto un colloquio con il Prefetto per sollecitare un maggior controllo della costa, mentre per la raccolta differenziata, la pulizia cassonetti e manutenzione dei fossi, interverrà con la San Giorgio Servizi per l’ottimizzazione dei servizi. E’ stato inoltre già appaltato il servizio di rinfoltimento delle scogliere che inizierà subito dopo il dragaggio e che, con il ribasso d’asta, permetterà di metter mano anche alle punte delle altre scogliere che nel tempo si sono ribassate”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X