facebook twitter rss

Goliardia elettorale, Rocchetti:
“Ecco la non lista e il non candidato sindaco”
che sperano nell’astensionismo

PORTO SAN GIORGIO - Il sagiorgese Gianlugi Rocchetti ha presentato la lista di cui lui stesso fa parte con l'incarico di "non" assessore allo sport: "C’è bisogno di stemperare i toni, lo faremo noi"
lunedì 10 aprile 2017 - Ore 13:13
Print Friendly, PDF & Email

Gianluigi Rocchetti nel video girato dalla spiaggia sangiorgese

“La spiaggia di Porto San Giorgio con noi tornerà a essere dorata: presentiamo la lista di non candidati”  Ieri mattina, alle 12 in punto, Gianluigi Rocchetti ha presentato una “non” lista con tanto di “non” candidato sindaco, “non” candidati consiglieri e “non” deleghe assessorili. Goliardia? Voglia di stemperare i toni della campagna elettorale. O un invito a “non” votare? Forse tutto in uno visto che la “non” compagine elettorale vedrebbe solo nell’astensionismo un riconoscimento nei suoi confronti da parte della cittadinanza. “C’è bisogno di stemperare i toni, lo faremo noi – l’esordio di Rocchetti – con una lista di non candidato sindaco e non candidati consiglieri. Ma anche i non assessorati senza alcun compenso. La politica per noi è mettersi al servizio dei cittadini. Siamo l’unica lista che presenterà i non assessorati senza compensi, con un servizio mutualistico dove tutti possono dire la loro. Sono stato delegato a fare la presentazione: il candidato non sindaco è Marco Costi, in lista Roberto Vittori con delega da vicesindaco e non assessore al patrimonio storico, Marianna Cinti non assessore all’ascolto dei giovani, Benedetta Africani non assessore agli animali, Walter Scipioni non assessore alle attività ludiche e ricreative dello spirito, Lucio Doria non assessore alla cultura, Gualberto Vitali Rosati non assessore al bilancio, Francesco Capodaglio non assessore ai servizi sociali, Andrea Susino non assessore all’artigianato, Andrea Rogante il non assessore alla movida e alla sicurezza, Roberto Mazzaferro non assessore ai ricevimenti, Willy Luciani non assessore all’export e ai rapporti con l’Est Europa, Francesco Pasculli non assessore alle tipicità, Alessandra Ciarrocchi non assessore al viale Roma e alle sue problematiche, a Paola Mancini il non assessorato al vettovagliamento e alle mense comunali, Paolo Santarelli, nome caldeggiatomi dal non sindaco, non assessore ai locali pubblici, Paolo Pompei non assessore alla viabilità e ai T-Red, Michele Del Moro non assessore all’urbanistica, Pasqualino Virgili assessore alla disabilità e alle pari opportunità, a me il non assessorato allo sport. Questa è la lista che non si presenterà alle prossime elezioni. Non ci troverete nei manifesti, nei santini, non ci troverete nelle caselle postali, non nella scheda elettorale. Ci potete contattare solo se ci incontrate per strada. E allora come si fa a farci eleggere? Semplice: se meno del 50% andrà a votare tutti gli altri che si presentano, è chiaro che almeno il 51% per cento sta con noi. E noi con i non candidati andremo a riprenderci, a risanare e a far rifiorire questo Comune”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X