facebook twitter rss

Malloni di nuovo al tappeto,
vincono gli Amatori Pescara

SERIE B - In terra abruzzese alla squadra di Domizioli non riesce la replica della fortunata sortita in casa della capolista Poderosa
lunedì 10 aprile 2017 - Ore 03:16
Print Friendly, PDF & Email

Un frame della partita di ieri, fonte sito web Amatori Pescara

PESCARA – Dopo la convincente e tonica vittoria nel derby di Montegranaro, maturata nella tana della capolista XL Extralight Poderosa, la Malloni riassapora l’amarezza della sconfitta uscendo dal campo degli Amatori abruzzesi superati di 27 lunghezze.

IL TABELLINO

AMATORI PESCARA 79Pelliccione 10, Pepe ne, Rajola 10, Battaglia 11, Grosso 11, Valentini 16, Ucci, Tagliamonte , Bini 21, Capitanelli. All: Giorgio Salvemini

PORTO SANT’ELPIDIO BASKET 52: Piccone 10, Catakovic 2, Cernivani S. 12, Balilli, Fiorito 8, Trovato 2, Cernivani M., Romani 12, Cacace 1, Brighi 5. All: Massimiliano Domizioli

ARBITRI: Claudio Borrelli (NA) e Vincenzo Di Martino (NA)

PARZIALI: 15 – 15; 37 – 26; 49 – 37

LA CRONACA

Il primo quarto va in archivio sul 15 pari, con Fiorito e soci in grado di riprendere l’allungo iniziale degli Amatori, squadra che subito basato il successo su una difesa guardinga e trovando in Bine e Rajola due protagonisti delle trame che porteranno al successo. I valori pescaresi vengono fuori del tutto nel secondo periodo di gara, il pivot rivierasco Romani insacca la tripla con la speranza di spezzare la verve locale, il giovane play Piccone cerca di emularlo con una regia propositiva e diversi canestri ma Pescara chiude la metà di gara sul un rassicurante 37 a 26.

Il riposo lungo sembra aver fatto perdere lucidità ad ambo le contendenti ma, passivo alla mano, l’onere di spezzare l’inerzia della serata spetterebbe alla Malloni, quindi Brighi si ricorda di aver messo a canestro circa 40 punti solo sette giorni prima ed interrompe la sterilità di serata con 5 punti. E’ tutto qui perché i locali tornano subito sul +11, prima che a fil di sirena Valentini insacchi il 49 – 37 con una tripla da tagliare le gambe.  Si ritorna in campo con il vortice pescarese, Domizioli chiama il time out, ma Valentini ferma Brighi ed invita alla bomba Battaglia. Fiorito è l’ambasciatore delle ultime disperate intenzioni corsare elpidiensi, ma Pescara mette la quinta e spinge sull’acceleratore per il definitivo 79 a 52.

Paolo Gaudenzi


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X