facebook twitter rss

Blitz leccese Poderosa, il destino di
stagione nelle proprie mani

SERIE B - Vittoria corsara in casa del fanalino di coda Quarta Caffè Monteroni. Primo posto tutelato ad una gara dal termine della regolar season, quando verrà incrociato il cammino di Matera
sabato 15 aprile 2017 - Ore 00:07
Print Friendly, PDF & Email

MONTIRONI (LE) – L’importante era vincere e vittoria è stata. Non è stata certo la XL Extralight dei giorni migliori quella che ha sbancato Monteroni nell’anticipo della penultima giornata di regular season. I gialloblù si sono presi con la clava più che col fioretto, come aveva chiesto coach Ceccarelli, due punti pesanti sul campo dell’ultima della classe, una Quarta Caffè che cercava i gettoni necessari per tornare a sperare di evitare la retrocessione.

IL TABELLINO

QUARTA CAFFE’ MONTERONI 59: Ingrosso 11, Paiano 4, L. Calasso 7, Mavric, Balic 13, Leucci 5, Martino ne, Martina, G. Calasso ne, Zanotti 19. All: Dima

XL EXTRALIGHT PODEROSA MONTEGRANARO 65: Paesano 2, Ciarpella ne, Rivali 13, Bedetti 3, Broglia 11, Callara, Rizzitiello 14, Di Viccaro 5, Gueye 8, Diomede 9. All: Ceccarelli.

ARBITRI: Lucarelli e Nonna

PARZIALI: 15 – 16, 13 – 19, 12 – 16, 19 – 14

LA CRONACA

Gara tutt’altro che spettacolare, nella quale la Poderosa, che ritrovava Di Viccaro dopo quattro partite di assenza, era sembrata riuscire a venire a capo tra fine terzo ed inizio quarto periodo volando a +16 (40-56 al 31’). Ma con le spalle al muro, Monteroni trovava la forza di chiudere tutti i varchi all’attacco veregrense e, trascinata da un monumentale Zanotti (19 punti e 19 rimbalzi), tornava addirittura a -3 (55-58 a 3’ dalla sirena). A togliere le castagne dal fuoco una fondamentale tripla di Gueye, che fiaccava gli ardori dei salentini ed evitava ulteriori rischi alla squadra di coach Ceccarelli.

Che Monteroni abbia tutta l’intenzione di giocarsi fino in fondo le sue carte lo si capisce sin dall’avvio. I padroni di casa perdono palloni e sprecano tiri su tiri, ma con voglia di fare si incollano ad una Poderosa che, invece, procede a strappi. Il primo quarto è tutto di marca veregrense, ma il primo blackout di Broglia e compagni fa sognare la Quarta Caffè, che si permette anche di sorpassare a metà secondo periodo (canestro di Ingrosso per il 25-23 al 15’). I ceffoni sembrano svegliare la XL Extralight, che risponde con un break di 3-12 sul finale del primo tempo e va al riposo lungo con un tutto sommato confortante 28-35. Tutto sotto controllo, sembrerebbe, ed infatti la Poderosa pare pronta a spiccare il volo nel terzo quarto, quando i pimpanti Rivali e Rizzitiello (13 punti, 6 rimbalzi e 5 assist per il primo, quasi doppia-doppia a 14 punti e 9 rimbalzi per il secondo) costruiscono l’allungo che sembra decisivo. Il canestro nel pitturato di Paesano che apre gli ultimi 10’ spingono i gialloblù al massimo vantaggio sul +16, ma da lì in avanti la Poderosa si inchioda. I veregrensi restano 6’ senza segnare e Monteroni ne approfitta per tornare fino al -3. L’uomo delle triple importanti, Gueye, ridà fiato alla Poderosa con una bomba vitale per una squadra in grande affanno a trovare il canestro, il cesto da sotto di Paiano per il nuovo -4 (57-61 a 1’50” dalla fine) tiene in vita la Quarta Caffè, che poi fallisce però due occasioni per tornare davvero dentro la partita con Ingrosso. Nell’ultimo minuto, il glaciale 4/4 a cronometro fermo di Rivali mette la tomba sulle speranze monteronesi e regala due punti d’oro alla Poderosa, che in attesa del match di Bisceglie a Perugia allunga a +4 sui pugliesi, costretti a non fallire per non consegnare già aritmeticamente il primo posto ai veregrensi. In ogni caso, compagine di Montegranaro avrà il match in mano sabato prossimo: alle 20.30 alla Bombonera sale la Bawer Matera, vincere significherebbe primo posto senza sperare in sbandate altrui.

LE DICHIARAZIONI

“Sapevamo benissimo che venire a vincere a Monteroni in questo momento della stagione non sarebbe stato facile – l’analisi di coach Gabriele Ceccarelli -. Per loro era l’ultima partita interna della stagione regolare e probabilmente l’ultima vera possibilità per provare a salvarsi, visto che la prossima settimana giocheranno a Bisceglie. Immaginavamo sarebbe stata una partita di nervi, di contatti e di pochi fischi. Per gran parte della partita siamo riusciti ad andare oltre tutto questo, per altri tratti non siamo stati pronti sui repentini cambi di metro arbitrale. In ogni caso, è arrivato il 25° successo su 29 partite, una vittoria che a 40’ dal termine della regular season ci fa restare padroni del nostro destino. Il primo posto sarebbe un risultato storico per la società, il migliore di sempre, saremmo orgogliosi di poterlo centrare. Ora qualche giorno di riposo, poi inizieremo a focalizzarci su Matera, consci che è tutto nelle nostre mani”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X