facebook twitter rss

Giacomo Fileni, dalla trasparenza
al reddito di cittadinanza:
il candidato sindaco del M5S si presenta

PORTO SAN GIORGIO - Obiettivo dei pentastellati è arrivare al ballottaggio. Il candidato Fileni: “A quel punto potremmo anche vincere". Parola d’ordine trasparenza. Spuntano anche il reddito di cittadinanza, il vigile di quartiere e il freno alle esternalizzazioni: "L’organizzazione di fiere, mercatini, eventi deve tornare in mano al Comune, altrimenti che ci stanno a fare la politica e gli assessori se non ci si assume delle responsabilità? Siamo contrari all’alienazione della sede comunale e favorevoli ad un progetto di riqualificazione che coinvolga anche i privati"
martedì 18 aprile 2017 - Ore 22:06
Print Friendly, PDF & Email

Il candidato sindaco Giacomo Fileni

di Sandro Renzi

Ha compiuto 43 anni venerdì scorso Giacomo Fileni, poche ore dopo aver ufficializzato la sua candidatura a sindaco per il Movimento 5 Stelle. Dei cinque in lizza è il più giovane, padre di un bimbo di 3 anni, commerciante, laureato in Lettere. Fileni è entrato nei primissimi Meet-up grillini nel 2009 senza più scostarsi dalla linea politica dei pentastellati. Sono stati gli stessi attivisti a proporre il suo nome, maturato dopo un paio di mesi di incontri. Tenendo conto pure del criterio dell’affidabilità, regola non scritta formalmente all’interno del Movimento, che punterebbe a privilegiare chi ha maturato una certa esperienza come attivista 5 Stelle. Tredici sono i candidati della lista. All’appello ne mancano tre per arrivare alla soglia dei sedici e c’è chi maliziosamente osserva che i pentastellati avrebbero avuto difficoltà a trovare altri papabili candidati, nonostante la loro presenza sul territorio da oltre cinque anni. “La verità –precisa Fileni sgombrando il campo da qualsiasi dubbio – è che abbiamo messo dei filtri per evitare di trovarci in lista soggetti che ambivano solo a candidarsi. Sono tantissime invece le persone che ci stanno dando una mano in questa campagna elettorale”. Lunga e conflittuale. L’obiettivo del Movimento è arrivare al ballottaggio. “A quel punto potremmo anche vincere” dice Fileni. I pentastellati hanno chiuso le porte a qualsiasi tipo di coalizione con altre liste. “E’ già difficile lavorare alla redazione di un programma all’interno di un solo gruppo che mi chiedo come possano fare le coalizioni di sei o otto liste. E poi già di per sé la parola coalizione è sinonimo di compromesso dal quale i cittadini sono esclusi e che noi rifiutiamo”. Parola d’ordine trasparenza. Dovrà connotare tutta l’azione amministrativa, a partire dalle spese elettorali. La sede, poco più di 20 metri quadrati in via Gentili, è stata concessa gratuitamente al Movimento che invece si farà carico delle utenze. Ma l’invito a rendicontare le spese viene rivolto da Fileni anche ai suoi competitor. Il sogno, che poi in realtà alcuni Comuni del nord hanno trasformato in realtà, è quello di poter giornalmente dimostrare quanto un ente abbia speso per la gestione della cosa pubblica. Ed è un degli obiettivi che i 5 Stelle si prefiggono anche a Porto San Giorgio. “Partendo anche dalle piccole cose – spiega il candidato sindaco – ovvero dimostrando quanto è costato per le casse comunali la cura di un’aiuola”. Fileni rimarca più volte il concetto di trasparenza. Anche e soprattutto per gli affidi dei servizi a terzi.

Il Comune di Porto San Giorgio

E sembra voler mettere un freno alle esternalizzazioni. “Se i privati ci guadagnano non vedo perché non possa farlo il Comune. L’organizzazione di fiere, mercatini, eventi deve tornare in mano al Comune, altrimenti che ci stanno a fare la politica e gli assessori se non ci si assume delle responsabilità? Stop anche alla vendita del patrimonio immobiliare pubblico.Siamo contrari all’alienazione della sede comunale e favorevoli ad un progetto di riqualificazione che coinvolga anche i privati”. Un’apertura, quella di Fileni, alle operazioni pubblico-privato: “Il primo deve essere dominante”. Già perché ai pentastellati sangiorgesi non ha mai convinto la questione delle opere compensative così come gestita dalle passate amministrazioni. Il programma, che è ancora in fase di stesura, include pure il reddito di cittadinanza “economicamente sostenibile se si faranno risparmi e si taglieranno le esternalizzazioni” ribadisce Fileni.

 

L’ingresso del porto turistico

Capitolo porto. “Per cominciare, via la sabbia depositata nell’area nord dove si potrebbe realizzare una passeggiata. Poi apertura di un tavolo tecnico con privati, comune e regione per discutere del piano senza buttare fumo sugli occhi”. Il Movimento ci sta già lavorando ma sul tema, sempre attuale di un rilancio dell’infrastruttura, preferiscono parlare con le carte in mano invece di “lasciarsi andare ad una campagna elettorale fatta di spot e slogan” prosegue Giacomo Fileni che annuncia la volontà dei 5 Stelle di mettere mano anche al Prg. “Quello attuale quando fu approvato non era per nulla malvagio, ma è stato stravolto ed in qualche caso neanche attuato. Dopo venti anni le cose sono cambiate e c’è necessità di rivederlo ed attualizzarlo”. Ed anche in questo caso spunta l’idea di un tavolo tecnico allargato alle categorie ed ai cittadini non solo a tecnici e politici. “Perché no, anche ad un poeta” dice ancora Fileni.

 

Sul fronte sicurezza la proposta cavalcata è quella di ripristinare il vigile di quartiere come deterrente nei confronti della microcriminalità. Allo studio pure un piano del verde per capire criticità e definire la priorità degli interventi. Si parla inoltre di un piano per la mobilità, ma anche in questo caso Fileni preferisce ancora non sbilanciarsi, mentre conferma un sì pieno alla ciclabile sul lungomare, anche se questo può voler dire rinunciare a posti auto. Uno sguardo infine all’Europa. Ci sono fondi comunitari da intercettare con progettualità forti e sostenibili. Tra le priorità del Movimento ci sarà allora quella di dare vita ad un gruppo di lavoro, interno al Comune, composto da tecnici in grado di districarsi nei meandri della burocrazia di Bruxelles per accaparrarsi risorse da reinvestire nella città.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X