facebook twitter rss

Il Liceo delle Scienze umane
e dell’Economico sociale brilla
agli ‘Esploratori della memoria’

FERMO - I ragazzi hanno ricostruito la storia dei tre fratelli montegiorgesi Fattorini. Le classi hanno deciso di devolvere il premio ad una scuola terremotata della regione
venerdì 21 aprile 2017 - Ore 20:38
Print Friendly, PDF & Email

“Perchè non rimangano solo le parole, ma le pietre della memoria; perché non ci siano più guerre”. Così i ragazzi del Liceo delle Scienze Umane (classi 3C e 4C) e dell’Economico Sociale (classe 3D) “A. Caro” di Fermo, guidati dal dirigente scolastico, Piero Ferracuti, hanno chiosato la conquista del secondo premio al concorso scolastico regionale “Gli esploratori della memoria”, indetto dell’associazione nazionale mutilati ed invalidi di guerra ed organizzato per la regione Marche da Silvana Giaccaglia. “La premiazione, avvenuta giovedì 20 aprile, nella maestosa sede della Mole Vanvitelliana di Ancona – fanno sapere dalla scuola – ha visto la partecipazione delle rappresentanze della Regione e delle scuole vincitrici, che si sono distinte nel recupero e nella valorizzazione di testimonianze inedite relative alla Prima e alla Seconda Guerra Mondiale. Tra i tanti lavori proposti, quello degli studenti del liceo fermano, l’unico a rappresentare la provincia, è stato apprezzato per l’attenzione e la delicatezza con cui è stata ricostruita la storia di tre fratelli montegiorgesi, i Fattorini, contemporaneamente coinvolti, con esperienze diverse, nel ventennio fascista. Servendosi di un ricco materiale epistolare e di reperti gelosamente custoditi per anni da Valerio Liberati, nipote dei Fattorini, i ragazzi hanno ridato voce alle vite sorprese e sconvolte dalla guerra e le hanno restituite alle loro origini. Proprio il centrale rapporto con le radici storiche del territorio ha spinto il sindaco di Montegiorgio, Armando Benedetti, gli studiosi Mario Liberati e Liana Cognigni ad essere presenti all’evento. A sottolineare ulteriormente la sensibilità e lo spirito con cui è stato realizzato il progetto, le classi dell’Annibal Caro hanno deciso di devolvere il premio ad una scuola terremotata della regione. Proprio per non dimenticare”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X