facebook twitter rss

Fermana sconfitta in casa
dell’ex bomber Protti

SERIE D - Per la compagine di Flavio Destro si tratta di uno scivolone indolore, per i giallorossi romagnoli ecco invece un'iniezione di ossigeno in ottica playoff
domenica 23 aprile 2017 - Ore 17:37
Print Friendly, PDF & Email

SAN MAURO PASCOLI (FC) – Si conclude con la sconfitta esterna la gara andata in scena in casa della compagine guidata dall’indimenticato bomber di ventun’anni fa Stefano Protti. La Fermana ha chiuso il primo tempo sul vantaggio di 2 – 1, poi ha ceduto nella ripresa sotto i colpi della Sammaurese, più motivata dei canarini in quanto in piena corsa per un posto dal sole dei playoff, grazie al successo odierno acciuffati insieme alla momentanea quarta piazza in graduatoria.

IL TABELLINO

SAMMAURESE 3 (4-3-3): Passaniti; Gualandi, Tartabini, Rosini, Santoni; Lombardi, Enrico, Coccolo (20′ st Coccolo); Paganelli (45′ st Gaiani), Bonandi (43′ st Giulianelli), Ninte. A disposizione: Gori, Pezzati, Gagliardini, Louati, Francello, Spanò. All. Protti

FERMANA 2 (4-3-3): Valentini; Sene (34′ Maghzaouni), Comotto, Ferrante, Ispas; Gadda, Mane, Misin; Petrucci, Molinari (22′ st Cremona), Margarita (25′ st Urbinati). A disposizione: Bottaluscio, Moretti, Musumeci, Di Pinto, Valdes, Amendola. All. Destro

ARBITRO: Carrione di Castellammare di Stabia

RETI: 39′ pt Petrucci, 42′ pt Molinari, 45′ pt Rosini, 29′ st Errico, 42′ st Bonandi (rig.)

NOTE: Ammoniti Misin, e Comotto, espulso Petrucci al 17′ st per doppio giallo, recupero 0’+4′

LA CRONACA

Primo tempo inizialmente tutto riverso al cospetto del numero uno canarino, impegnato in continue parate decisive.  In apertura la Sammaurese si fa subito pericolosa con un tiro di Bonandi, potente e centrale, che però trova le braccia sicure di Valentini. Al 12′ calcio di punizione per fallo su Bonandi, che ancora prova a centrare la rete, ma la manca di poco spedendo il pallone sopra la traversa; al 16′ anche Santoni prova a realizzare ma la spedisce sul fondo. Poco dopo ammonito Misin per fallo sul capitano giallorosso che sulla conseguente punizione cerca il secondo palo, dove si fa trovare ancora una volta Valentini che con un pugno ne devia la traiettoria. Alla mezz’ora c’è Santoni di testa, dopo un rapido passaggio, tocca veloce con il capitano, ma è bravissimo Valentini. Ci pensa Petrucci a cambiare musica. Al 39′ dalla sinistra salta il suo diretto avversario e si accentra, serve Margarita che gli restituisce il pallone con un delizioso tocco di prima e l’esterno insacca. In cerca del pareggio Bonandi tira un rasoterra intercettato dai piedi di un lucidissimo Valentini. A fil di sirena arriva il raddoppio ad opera di Molinari su assist di Petrucci, con la complicità del portiere della squadra romagnola uscito troppo presto dallo specchio. Allo scadere del primo tempo la Sammaurese accorcia le distanze grazie alla punizione calciata dal Bonandi infilata da Rosini.

Si riprende la marcia con un’azione insista sulla destra di Coccolo che crossa al centro per Ninte e che colpisce di testa a colpo sicuro, ma Valentini si distende in tuffo alla sua sinistra e salva il risultato. A poco dal 20′ Fermana in dieci: Petrucci già ammonito affonda il tackle su Tartabini che accentua la caduta inducendo l’arbitro ad estrarre il secondo giallo, rispedendo l’esterno negli spogliatoi, comunque salutato dagli applausi scroscianti dei suoi tifosi. Mister Destro passa allora ai correttivi, inserendo le forze fresche di Cremona ed Urbibati. Così la Fermana si riaffaccia a cavallo della mezz’ora dalle parti di Passaniti, grazie al cross del baby talento Ispas, sceso sulla sinistra, per il rimorchio di Gadda che si vede murata la conclusione dall’onnipresente Santoni.
Invece a passare sono gli uomini di Protti, grazie alla conclusione di Errico che ristabilisce così la parità. I giallorossi rinvigoriti dal parziale protestano per un tocco di mano in area che il direttore di gara, a nostro avviso,  lascia giustamente correre. Pagalli offre poi la sponda a Pieri che spedisce a lato. E’ il preludio al gol vittoria, che matura con un rigore calciato magistralmente da Bonandi, ma generosamente concesso dall’arbitro per un intervento dubbio di Maghzaouni su Ninte, tra l’altro con contatto iniziato qualche centimetro al di fuori dell’area di rigore.

Silvia Remoli 

All’inizio osservato un minuto di raccoglimento per il campione del ciclismo Michele Scarponi, scomparso ieri al seguito di un incidente stradale


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X