facebook twitter rss

“Non chiedono la questura perché
è una mancanza decennale, che risposta è?”
Tulli contro amministrazione e maggioranza

FERMO - Il consigliere di Fermo Libera: "Se a Fermo la questura ci fosse stata non ci sarebbe stato alcun bisogno di chiederla. Affrontano ogni questione con una leggerezza disarmante. E ho diversi esempi da fare"
lunedì 24 aprile 2017 - Ore 17:47
Print Friendly, PDF & Email

Gianluca Tulli

“Al rilievo del consigliere di opposizione Zacheo che dichiarava che il sindaco ha perso l’occasione per chiedere la Questura, riferendosi all’incontro avuto dal sindaco con il sottosegretario Bocci (leggi l’articolo), i consiglieri di maggioranza Rocchi, Donzelli, Monteleone e Tramannoni hanno risposto, si fa per dire, a Zacheo, che facevano presente che le mancanze della provincia fermana provengono fin dalla sua istituzione di oltre 10 anni orsono (leggi l’articolo). Ora si perdoni la franchezza, ma – l’affondo del consigliere di Fermo Libera, Gianluca Tulli – qualcuno potrebbe spiegare che risposta è questa? Certo che la provincia fermana ha delle “mancanze”, infatti se a Fermo la questura ci fosse stata non ci sarebbe stato alcun bisogno di chiederla. Forse pensano che compito di una amministrazione e della sua maggioranza sia quello di accettare passivamente le mancanze fornendo risposte simili, oppure attivarsi per cercare di colmare i vuoti? Non si vorrebbe essere troppo severi, ma questa risposta rafforza l’impressione che l’amministrazione e la sua maggioranza affrontino ogni questione con una leggerezza disarmante. Questura, area camper a Marina palmense, Rocca Monte Varmine, Casina delle Rose, questione rifiuti e Asite, vendita Solgas con nessuna idea progettuale su come investire i proventi ne sono solo alcuni esempi”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X