facebook twitter rss

Accelerare la rinascita del territorio dei Sibillini, le priorità del Parco

SISMA - Approvata una mozione riguardante la necessità di porre come prioritarie l’antropizzazione dell’area protetta e l'attivazione di misure di supporto e sostegno per il ritorno delle popolazioni
martedì 2 maggio 2017 - Ore 12:42
Print Friendly, PDF & Email

Si è svolta nei giorni scorsi una seduta della Comunità del Parco, convocata dal presidente Domenico Ciaffaroni per fare il punto della situazione, insieme ai rappresentanti degli enti locali, sul percorso di rilancio del territorio post sisma. In quest’ottica si inserisce l’approvazione all’unanimità di una mozione presentata dal Sindaco di Castelsantangelo sul Nera, Mauro Falcucci, riguardante la necessità di porre come prioritarie l’antropizzazione dell’area protetta e l’attivazione di tutte le misure di supporto e sostegno per il ritorno quanto prima delle popolazioni colpite dal sisma.

La Comunità del Parco ha inoltre ribadito e condiviso che l’uomo è l’elemento che deve essere prioritariamente tutelato, insieme a tutte le attività produttive e di ospitalità preesistenti anche economicamente sostenibili non escludendo nessuna forma di integrazione necessaria volta ad attirare nuove attività occupazionali. Da qui l’esigenza, condivisa dalla Comunità del Parco, di mantenere i servizi essenziali e di un pronto recupero delle attività umane. Per quanto riguarda il turismo l’idea è quella di creare un percorso integrato, proseguendo sia con nuove iniziative che con quelle già avviate in sinergia con enti e realtà locali, volte a promuovere il territorio per incentivare le presenze turistiche e far ripartire l’economia. Tra i punti all’ordine del giorno anche la Carta Europea per il turismo sostenibile, uno degli strumenti chiave per la ripresa economica e sociale del territorio, che vede nel Parco il coordinatore e referente. Il rinnovo dell’adesione alla Carta prevede l’elaborazione della strategia e del relativo piano di azioni per il quinquennio 2018-2022, da realizzarsi attraverso un processo partecipativo che coinvolga gli attori pubblici e privati. Ricordiamo che la Comunità del Parco è un organo consultivo e propositivo dell’Ente Parco ed è costituito dai presidenti delle Regioni e delle Province, dai sindaci dei Comuni e dai presidenti delle Comunità montane nei cui territori sono ricomprese le aree del parco.

“La priorità del Parco – sottolinea il presidente dell’Ente Oliviero Olivieri – è quella di intraprendere una serie di azioni, anche di concerto con gli enti locali, per accelerare la rinascita del territorio dei Sibillini. La Carta Europea del turismo sostenibile e la redazione di un nuovo e apposito Piano di sviluppo per una ripresa socio-economica del territorio saranno gli strumenti principali per garantire il successo di questo rilancio, in armonia con l’ambiente e valorizzando le straordinarie risorse che l’area del Parco offre”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X