facebook twitter rss

Poderosa, liquidato Catanzaro in gara 2
In semifinale riappare Pescara

SERIE B - Minimo sforzo, massima resa: in due atti la Mastria Vedding è rispedita al mittente. Nella prossima tappa playoff riappare la Amatori, con gara 1 fissata per domenica 14 maggio, ore 18.00 in casa
venerdì 5 maggio 2017 - Ore 01:36
Print Friendly, PDF & Email

CATANZARO – Missione compiuta. La XL Extralight completa l’opera, sbanca la tana calabrese mandando al tappeto una orgogliosa Mastria Vending e centra la terza semifinale consecutiva della propria storia. A parte il 3-2 iniziale, i gialloblù conducono per tutto il match, ma rischiano grosso nei minuti finali, nei quali i veregrensi alzano troppo presto il piede dall’acceleratore e subiscono la rimonta giallorossa, impantanatasi ad un passo dall’impresa.

IL TABELLINO

MASTRIA VENDING CATANZARO 79: Carpanzano 17, Calabretta, Naso 10, Guadagnola, Monacelli 14, Di Dio 8, Latella 3, Morici 15, Medizza 12, Dell’Uomo ne. All.: Pullano.

XL EXTRALIGHT PODEROSA MONTEGRANARO 87: Dip 12, Paesano 5, Rivali ne, Bedetti 8, Broglia 4, Callara ne, Rizzitiello 12, Di Viccaro 25, Gueye 8, Diomede 13. All.: Ceccarelli.

ARBITRI: Spinelli e Martinelli

PARZIALI: 22 – 32, 15 – 15, 22 – 25, 20 – 15

LA CRONACA

Ancora senza Rivali (in panchina ma non utilizzato da coach Ceccarelli), la Poderosa ha costruito le sue fortune su un’incredibile serata al tiro da fuori (14/27 dall’arco alla fine), con un meraviglioso Di Viccaro a sbagliare il suo primo canestro pesante solo dopo averne mandati a bersaglio sei. Alla lunga una difesa intermittente e qualche rimbalzo offensivo concesso di troppo hanno alimentato le speranze catanzaresi, spentesi solo nel finale di fronte alla maggiore lucidità di Broglia e compagni.

Il match è scoppiettante sin dall’inizio, con difese stranamente blande per una partita da dentro o fuori. Ne scaturiscono percentuali da fantascienza soprattutto per la Poderosa, che mitraglia dall’arco con Di Viccaro e Diomede (7/10 nel solo primo quarto per i veregrensi) e allungano fino al +15 nella pancia del secondo quarto (24-39 al 13’). La XL Extralight sembra già pronta a scappare via, ma Catanzaro resta sul pezzo e grazie ai tanti rimbalzi d’attacco concessi dalla retroguardia gialloblù pone le basi per la rimonta.

7 punti in fila di Naso riportano i padroni di casa fino al -4 (37-41 al 18’), ma sono altre due bombe della guardia da Anzio a ridare fiato ai veregrensi poco prima dell’intervallo lungo (37-47 al 20’). Il terzo quarto prosegue sulla falsariga del precedente, con i veregrensi a sparare dalla lunga distanza ma a concedere troppe seconde occasioni ai gialloblù, che con le unghie e con i denti restano aggrappati al match. Un’altra fiammata di Di Viccaro sembra dare il la alla fuga definitiva in avvio di quarto periodo (61-79 al 32’) ma sul più bello la Poderosa si inchioda. Si accende di colpo il fin lì silente Monacelli, che con le sue invenzioni alimenta un break di 14-0 che riporta la Mastria Vending addirittura sotto di 4 (75-79 a 2’ dalla sirena). I locali si divorano un paio di occasioni per tornare anche più vicino, poi la freddezza dalla lunetta dei vari Di Viccaro, Rizzitiello e Diomede congela una vittoria non certo scintillante ma essenziale perché dà alla Poderosa 10 giorni per preparare una semifinale tutt’altro che banale: all’orizzonte, infatti, si staglia l’ennesimo capitolo della sfida contro l’Amatori Pescara, che si aprirà domenica 14 maggio alle 18.00 con gara 1 alla Bombonera.

LE DICHIARAZIONI

“Ci aspettavamo questa partita fuori casa, perché nei playoff andare a vincere lontano dal parquet amico è sempre complicato – l’analisi di coach Ceccarelli -. Specie nelle serie al meglio delle tre partite, dove la squadra che ha il fattore campo contro ne gioca solo una davanti al proprio pubblico e quindi dà tutto per fare del proprio meglio. Complimenti ai miei ragazzi perché hanno prodotto un buonissimo basket in attacco, anche se in difesa ci sono stati troppi alti e bassi a livello di concentrazione. Dobbiamo subito riaccendere questa spina perché dalla prossima settimana dovremo preparare una sfida di altissimo spessore tecnico. Non è un caso che Pescara abbia liquidato agilmente in gara 2 una squadra forte come Valmontone. È una sfida che ci stimola perché per loro sarà una rivincita della finale persa lo scorso anno, ma non ci faremo trovare impreparati, sappiamo che la Amatori vale di più di un quinto posto che non si è trasformato in qualcosa di più in stagione regolare solo a causa di qualche incidente di percorso. Credo sia l’avversario più ostico da trovare a questo punto dei playoff, ma chi ha un certo obiettivo, come noi, le sfidanti forti prima o poi le trova. Per cui meglio trovarli ora in modo da riaccendere subito il tasto della concentrazione. Quello che spero davvero è di poter avere finalmente la squadra al completo. Nell’ultimo mese e mezzo non siamo mai stati tutti disponibili, speriamo che la sfortuna ci lasci per questo finale di stagione”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X