facebook twitter rss

Casina delle Rose, una scelta
che tradisce gli elettori e la città

POLITICA - Maria Giulia Torresi e Massimo Rossi, consiglieri di Fermo Migliore e L'Altra Fermo, tornano sulla vendita della struttura
martedì 9 maggio 2017 - Ore 16:39
Print Friendly, PDF & Email

Il giorno dopo la delusione per una scelta ritenuta sbagliata e dannosa è ancora più forte. Delusione che Maria Giulia Torresi e Massimo Rossi, consiglieri rispettivamente di Fermo Migliore e L’Altra Fermo, tornano ad evidenziare con una nota che ricalca le dichiarazioni rilasciate dei giorni precedenti.

“Sino all’ultimo momento – scrivono – abbiamo cercato di dissuadere il sindaco e la sua maggioranza dal compiere una scelta così sbagliata, rinunciataria e pregiudizievole… ma si è trattato di un muro di gomma. Una scelta ideologica e pregiudiziale. Una scelta che esprime sfiducia nel valore delle risorse della città, nei gioielli del suo patrimonio, nelle sue intelligenze ed intraprendenze, che avrebbero potuto elaborare ed attivare un progetto pubblico/privato di recupero e rilancio del bene, supportato da possibili e imminenti risorse europee. La Giunta regionale ha infatti recentemente annunciato il possibile finanziamento del milionario progetto degli “ITI urbani” precedentemente escluso.

Una scelta che tradisce gli stessi contenuti del programma elettorale dell’attuale maggioranza, ma già ipotecata all’indomani del suo insediamento, visto che, come è emerso clamorosamente dagli atti, la valutazione dell’immobile era stata chiesta già nell’ottobre del 2015.

Ma ciò che offende e disarma di più è sentir definire come ‘scelta del fare’ o persino come ‘scelta coraggiosa’, quella di liquidare un bene pubblico di valore storico culturale. Quella di lavarsi le mani come è stato fatto sinora, di lasciare a qualche improbabile e facoltoso ‘capitano coraggioso’ il compito di farci sognare.

Per queste ragioni – concludono Torresi e Rossi – abbiamo voluto enfatizzare la nostra contrarietà non partecipando al voto ed preannunciando che non ci fermeremo qui e continueremo ad ostacolare in tutti modi questa scelta”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X