facebook twitter rss

Da Ponte di Valtellina una donazione
per riaprire la RSA di Amandola

SOLIDARIETÀ - Domenica scorsa l'incontro tra la delegazione guidata dal sindaco Biscotti e l’Amministrazione del comune fermano
sabato 13 maggio 2017 - Ore 17:26
Print Friendly, PDF & Email

Intenso e propositivo l’incontro avvenuto la scorsa domenica tra la delegazione di Ponte in Valtellina, guidata dal sindaco Franco Biscotti, ed i rappresentanti dell’Amministrazione comunale di Amandola. Un altro grande esempio di solidarietà quello di Biscotti che ha consegnato nelle mani di Adolfo Marinangeli una significativa donazione da impiegare nei progetti di ricostruzione ed in particolare per la realizzazione della struttura sanitaria provvisoria RSA.

La popolazione del piccolo Comune della provincia di Sondrio ha dimostrato grande sensibilità verso le aree colpite dal terremoto e per questa ragione le associazioni locali hanno organizzato eventi con raccolte fondi, da destinare poi ai Comuni che negli ultimi tempi sono stati duramente messi alla prova.

“Siamo orgogliosi di poter essere di aiuto. Nel nostro piccolo abbiamo voluto essere vicini a queste realtà – ha dichiarato il Sindaco Biscotti -. La scelta di destinare i fondi ad Amandola per la riapertura della RSA è nata da un’amicizia di vecchia data con Giancarlo Eleuteri che vive a Sondrio ma è originario di questo bellissimo paese”.

“Ancora una volta il grande cuore degli italiani si è fatto partecipe delle nostre difficoltà – ha affermato il sindaco Adolfo Marinangeli -. Un abbraccio forte al sindaco Biscotti, alla sua Amministrazione ed alla città di Ponte in Valtellina per la solidarietà dimostrata ma soprattutto per la sensibilità avuta nei confronti di questo territorio al quale ha voluto donare il segno della loro forte presenza”.

Durante la mattinata la delegazione lombarda ha incontrato presso l’ufficio turistico in Piazza Risorgimento alcuni assessori e consiglieri poi insieme all’assessore Chiara Scirè ha visitato i container situati nel piazzale del campo sportivo di Amandola. “Posso solo ringraziare per l’amicizia dimostrataci dal Comune di Ponte in Valtellina che ha promesso di restarci vicino in questo periodo di ricostruzione. E’ stata una giornata molto importante perché ci ha fatto capire che non siamo soli e che lavorando insieme possiamo realizzare i nostri progetti e ripartire”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X