facebook twitter rss

Potature a Casabianca, Monteleone respinge le accuse del Pd: “Non si strumentalizzi un intervento che si aspettava da tempo”

FERMO - Il consigliere di maggioranza: "Raccogliamo volentieri l’invito a confrontarsi a patto che si porti un contributo e soprattutto non si strumentalizzi facendo passare un intervento che i cittadini aspettavano e meritavano da anni come un banale strumento di risparmio di costi di manutenzione"
mercoledì 17 maggio 2017 - Ore 15:28
Print Friendly, PDF & Email

“Gli interventi che stiamo facendo sul verde e sul patrimonio arboreo fanno molta impressione ai cittadini perché era una decina di anni che non si effettuavano potature e manutenzione”. Massimo Monteleone consigliere di maggioranza della lista Piazza Pulita parla a nome di tutta la maggioranza e risponde alle critiche del Pd mosse da Paolo Ferracuti proprio ieri sull’intervento di potatura avvenuto a Casabianca di Fermo.

“Sono quasi 10 anni che quegli oleandri non venivano potati e quindi ora agli occhi può sembrare un intervento eccessivo, ma non è così – spiega Monteleone – fosse stato fatto un lavoro costante ora non saremmo nemmeno a parlare di questa problematica. Quando Ferracuti dice che forse così l’amministrazione vuole risparmiare, gli ricordiamo che la precedente amministrazione PD ha fatto il massimo risparmio non effettuando minimamente le potature”.

Consigliere che continua facendo notare come: ” Il lavoro in tutta la città sulla cura del verde sia di gran lunga migliorato dalla situazione incredibile in cui purtroppo versava a giugno 2015. Gli sfalci, le potature e tutta la cura del verde vengono fatti con una calendarizzazione precisa che i cittadini possono anche trovare sul sito del Comune.
Ferracuti parla di costa nord senza aver visto l’eccellente stato di manutenzione del verde e l’enorme lavoro fatto sul quartiere e su Lido Tre Archi, dove lo scorso anno la potatura delle siepi, che aveva gli stessi presupposti (area abbandonata da anni), ha avuto importanti riflessi anche sulla prevenzione delle attività illecite.  La potatura degli oleandri, oltre che necessaria, assumeva anche un connotato di sicurezza non solo per consentire una maggiore visibilità, ma per scongiurare prassi che chi vive in zona (come il consigliere Ferracuti), dovrebbe conoscere, posto che all’interno della selva che si era creata, venivano sistematicamente rinvenuti scarti di vivande, escrementi, siringhe e addirittura cuscini e materassi nei periodi estivi (forse su questo aspetto sono stati più che efficienti gli operatori dello spazzamento dell’Asite a far sì che non si notasse tale degrado che però veniva segnalato da alcuni operatori e cittadini attenti).

Monteleone che parla della riqualificazione dell’area: “Piuttosto la particolare attenzione sulla fascia verde di Casabianca prevede nel breve termine un progetto di valorizzare e riqualificazione, il Sindaco lo sta portando avanti con l’Assessore Ciarrocchi,  con la dotazione di strutture amovibili per la fruizione ludico-sportiva nonché di nuovi giochi per bambini con l’obiettivo di offrire una ulteriore prerogativa in aggiunta alla mera fruizione del lungomare
In altre parole, dopo che la fascia verde è stata per anni è stata dimenticata , riceve ora la giusta attenzione da questa amministrazione. L’iniziativa dello scorso anno ‘Ti gusto al volo’ (lo street food che si svolge proprio sopra l’area verde) proposta dal vicesindaco Trasatti e dall’Assessore Torresi ne ha esaltato le peculiarità portandola a conoscenza di tutti e verrà replicata quest’anno il 18-19-20 agosto. Non va dimenticato inoltre che il piano spiaggia su cui sta lavorando l’Assessore Nunzi è quasi ultimato e sarà presto approvato in Consiglio Comunale”.
Consigliere Monteleone che conclude: “Rimaniamo quindi un po’ basiti quando il Pd parla di mancanza di progettualità ed interventi sulla costa nord , dimenticando che si sta sviluppando una progettualità diffusa (il campo di Basket nei pressi della Farmacia, l’asfaltatura di via Adami, la riqualificazione di Via Pigafetta) o facendo finta di non sapere che c’è un progetto epocale di lavori pubblici su Lido Tre Archi da 9 milioni di euro già approvato e un altro già in essere sul tema sociale con protagoniste le consigliere De Santis e Ilari. Raccogliamo invece volentieri come sempre l’invito a confrontarsi positivamente, a patto che si porti un contributo e soprattutto non si strumentalizzi in questa maniera la gestione del patrimonio arboreo, facendo passare un intervento che i cittadini aspettavano e meritavano da anni come un banale strumento di risparmio di costi di manutenzione”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X