facebook twitter rss

Tre colpi in una notte, i carabinieri
arrestano il capo della banda

MONTEGRANARO - Il giovane, un 21enne di origini marocchine residente in città ma domiciliato a Civitanova Marche, lunedì notte è anche scappato in sella a uno scooter rubato. Ma la sua fuga è durata solo poche ore
mercoledì 17 maggio 2017 - Ore 15:06
Print Friendly, PDF & Email

Con la sua banda aveva messo a ferro e fuoco Montegranaro. Tutto in una notte: tre colpi in rapida successione con tanto di scia di danni lunga un chilometro. Ma ora per quel 21enne di origini marocchine ma residente in città si sono aperte le porte del carcere.
Nel pomeriggio di ieri, infatti, i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Fermo e della stazione di Montegranaro hanno, infatti, arrestato O.S., ventunenne di origine marocchina disoccupato e pluripregiudicato, residente a Montegranaro ma domiciliato a Civitanova Marche, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale di Fermo.
L’attività investigativa condotta dai carabinieri ha dato i suoi frutti: il giovane e’, infatti, indagato per aver commesso ben tre furti in una sola notte, lo scorso 26 aprile a Montegranaro, quando ha preso di mira l’agenzia “Golden Bet” in via Fermana sud, il “bar Pan di Zucchero” in piazza Mazzini ed il supermercato “Coal” in via Elpidiense sud, arrecando gravi danni ai negozi colpiti con quella che in gergo si definisce la tecnica della “spaccata”. Il modus operandi della banda di cui il ventunenne era a capo, infatti, consisteva nel rubare un autoveicolo per poi utilizzarlo come “ariete” ed introdursi all’interno degli esercizi commerciali per trafugare denaro contante ed altri beni di valore.

I militari della compagnia di Fermo erano sulle sue tracce già da qualche giorno: nel corso della notte precedente all’arresto, i carabinieri, assieme ai colleghi del radiomobile di Civitanova Marche, hanno intercettato il giovane alla guida di uno scooter rubato poco prima a Monte San Giusto: dopo un rocambolesco inseguimento per le vie di Civitanova, nel corso del quale il ventunenne ha percorso ad altissima velocità strade strette e in senso vietato per seminare la pattuglia, è stato costretto ad abbandonare lo scooter ed ha fatto perdere le tracce fuggendo a piedi. Ma la sua fuga è durata solamente poche ore, visto che i carabinieri lo hanno rintracciato a Montegranaro nel pomeriggio di ieri e lo hanno denunciato per ricettazione, resistenza a pubblico ufficiale, inosservanza del foglio di via e guida senza patente. Dopo le formalità di rito, il giovane e’ stato condotto nel carcere di Fermo. Continua, dunque, senza sosta la lotta alla criminalità predatoria da parte dei carabinieri della compagnia di Fermo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..



4 commenti

  1. 1
    Alessia Vallesi via Facebook il 17 maggio 2017 alle 15:10

    Sempre i soliti…che schifo!

  2. 2
    Giustina Sagripanti via Facebook il 17 maggio 2017 alle 15:19

    Tanta fatica per i carabinieri poi arriva il solito giudice e in 2 ore è già fuori purtroppo

  3. 3
    Nicolò Paternesi via Facebook il 17 maggio 2017 alle 15:19

    Nono niente carcere,portatelo dai proprietari dei negozi rapinati,poi ci pensano loro,il carcere è troppo comodo!

  4. 4
    Angelica Scarponi via Facebook il 17 maggio 2017 alle 19:18

    È ora che facciano una bella pulizia a Montegranaro…. eravamo un paese così tranquillo prima, adesso quotidianamente è un furto! Basta!

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X