facebook twitter rss

Il Cicconi torna a risplendere, Terrenzi: “Il teatro di tutta la città” (VIDEO)

SANT'ELPIDIO A MARE - Taglio del nastro, oggi pomeriggio, per uno di più importanti teatri del territorio. Era chiuso dal novembre 2014
venerdì 19 maggio 2017 - Ore 19:41
Print Friendly, PDF & Email

 

di Maikol Di Stefano

“Sono emozionato perché vedere tanta gente del centro storico ma anche delle frazioni è segno dell’identità del teatro Cicconi, il teatro è di tutta la città”. Con queste parole il sindaco di Sant’Elpidio a Mare Alessio Terrenzi, visibilmente emozionato, ha calcato per primo il palco del nuovo teatro Cicconi, riaperto questo pomeriggio dopo circa tre anni di chiusura. Tante le autorità presenti al taglio del nastro, dalla presidente della Provincia di Fermo, Moira Canigola, ai consiglieri regionali Jessica Marcozzi e Francesco Giacinti. E ancora la giunta cittadina, personalità del mondo della politica, cultura, della chiesa e tanti cittadini che finalmente sono potuti tornare a riscoprire il loro teatro. 

Quanto mai suggestivo il bellissimo sipario storico, testimonianza dell’antico teatro progettato dal celebre architetto Ireneo Aleandri , dedicato al poeta elpidiense Luigi Cicconi. Il sipario è un grande dipinto a tempera realizzato dall’artista Ferdinando Cicconi nel 1873 e rappresenta in una grande allegoria “I Personaggi delle Marche”, illustri nelle scienze e nelle arti della pittura, dell’architettura, della musica e della poesia.

“E’ con emozione – ha aggiunto Terrenzi – che sono qui su questo palco a darvi il benvenuto in quello che rappresenta per tutti noi un luogo a cui siamo legati con profondo affetto. Come ben sapete questo teatro è stato chiuso alla fine del novembre del 2014 e già dal giorno successivo mi sono adoperato per risolvere le problematiche che avevano comportato tale chiusura, nella consapevolezza che privare la città del suo teatro avrebbe rappresentato un grande sacrificio per tutti. Gli interventi necessari per arrivare a riaprire questa sera il Cicconi sono stati diversi, ed hanno comportato una spesa importante per la nostra collettività. Una spesa che abbiamo affrontato senza ripensamenti, nella certezza che si dovesse fare di tutto per tornare a sedere su queste poltroncine”.

Sindaco che ha parlato dell’iter tecnico e burocratico che ha portato alla riapertura: “E’ stato subito approvato il progetto per l’acquisizione del certificato di prevenzione incendi, successivamente si è provveduto a rifinanziare altri due interventi, uno per la parte edile e l’altro per quella elettrica, per poi investire nuove somme necessarie per mettere a punto interventi indispensabili per la fruizione finale di questa bellissima struttura”.

Lavori che sono stati divisi in più stralci, un primo per una spesa di circa 90 mila euro ed un secondo da 45 mila euro. Tra gli interventi effettuati un nuovo impianto di illuminazione, un impianto sonoro di evacuazione, allarme antincendio, sostituzione d’interruttori e quadri elettrici.  E ancora nuovi infissi esterni e nuovi cancelli in ferro battuto e vetro all’entrata. Interventi anche ai servizi igienici con la realizzazione di un bagno per disabili di cui il teatro era sprovvisto. Puliti tutti i tendaggi e le poltrone.  

La serata è proseguita con un aperitivo cena per celebrare la riaccensione dei riflettori in attesa dell’esibizione della banda dell’ISC di Sant’Elpidio a Mare e dell’ospite Roberto Rossetti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X