facebook twitter rss

Scia infinita di reati, i carabinieri
del Radiomobile arrestano
la primula ‘russa’ dei furti

PORTO SANT'ELPIDIO/PORTO SAN GIORGIO - Il giovane è indagato per aver commesso negli ultimi mesi, in concorso con altri delinquenti, già individuati, numerosi reati contro il patrimonio tra cui il tentato furto al negozio La Bottega del Buongustaio, il furto allo chalet Konkoba, il furto al supermercato Eurospin, a Porto Sant’Elpidio), la ricettazione di un furgone rubato a Porto San Giorgio
sabato 20 maggio 2017 - Ore 12:01
Print Friendly, PDF & Email

Il 26enne S.V.O. arrestato dal Radiomobile

di redazione CF

I carabinieri della compagnia di Fermo hanno sferrato un altro durissimo colpo alla criminalità predatoria locale: nel pomeriggio di ieri, infatti, i militari del nucleo operativo e radiomobile di Fermo hanno, infatti, arrestato S.V.O.., ventiseienne di origine russa, disoccupato, tossicodipendente e pluripregiudicato, senza fissa dimora, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare  in carcere emessa dal gip del tribunale di Fermo. “L’attività investigativa condotta dai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile e dalla stazione di Porto Sant’Elpidio, pienamente condivisa dall’autorità giudiziaria di Fermo che ha emesso l’ordinanza – fanno sapere dalla compagni dei carabinieri di Fermo guidata dal capitano Roland Peluso – ha dato i suoi frutti: il giovane è, infatti, indagato per aver commesso negli ultimi mesi, in concorso con altri delinquenti locali, già individuati, numerosi reati contro il patrimonio sul litorale fermano, tra cui, ricordandone alcuni tra i più recenti, il tentato furto al negozio la bottega del Buongustaio, il furto allo chalet Konkoba, il furto al supermercato Eurospin (tutti a Porto Sant’Elpidio), la ricettazione di un furgone rubato a Porto San Giorgio. I furti, commessi mediante piede di porco od altri arnesi da scasso, hanno provocato gravi danni ai negeozi colpiti, danni che a volte erano addirittura superiori al valore della refurtiva asportata, ossia denaro contante o altri beni presenti negli esercizi commerciali. I carabinieri del Norm di Fermo, dopo una serie di mirati appostamenti nelle zone da costui frequentate, hanno rintracciato l’uomo, particolarmente scaltro per la cattura, a Lido Tre Archi nel primo pomeriggio di ieri,  per poi trarlo in arresto e condurlo in caserma, da dove, al termine delle formalità di rito, è stato trasferito nel carcere di Fermo a disposizione dell’autorita’ giudiziaria. L’impegno dei carabinieri della compagnia di Fermo nella lotta alla criminalità, con servizi straordinari di controllo del territorio, sarà costante per tutta la stagione estiva e turistica, ormai alle porte, in particolar modo verso i reati contro il patrimonio, particolarmente odiosi per i cittadini che li subiscono”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..



1 commento

  1. 1
    Armillei IvanOrnella via Facebook il 20 maggio 2017 alle 12:43

    Era proprio ora!!!!! Adesso buttate la chiave 😡😤

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X