facebook twitter rss

“Competenze e idee per fare la differenza”, la squadra di Fabio Conti annuncia il programma

SANT'ELPIDIO A MARE - La Lista: "Il punto centrale del nostro programma è infatti quello sull'edilizia scolastica. I problemi della scuola Bacci sono noti e non possono essere risolti modificando la viabilità"
domenica 21 maggio 2017 - Ore 20:05
Print Friendly, PDF & Email

 

“Probabilmente è vero, siamo ‘La Lista’ più giovane, superficialmente caratterizzata dai molti titoli di studio e dalla quasi totale assenza di esperienze politiche. Ma nel fondo c’è di più. Ciò che contraddistingue davvero La Lista non sono i pezzi di carta, ma le competenze e le idee”. Inizia così l’intervento de ‘La Lista’, il gruppo di giovani (e non solo) a sostegno della candidatura di Fabio Conti a sindaco di Sant’Elpidio a Mare. 

“Siamo la generazione Erasmus – scrivono – Siamo quelli che hanno studiato e lavorato insieme, che non hanno mai smesso di rimboccarsi le maniche, che non si sono mai arresi al fatto che Sant’Elpidio sia solo una città da cui partire per non tornare, quelli che non hanno mai smesso di provare a renderla più viva attraverso il contributo volontario in tante associazioni (GamLab, Contrade, Circoli Cittadini, Croce Azzurra,…). Le competenze e le idee appunto. Le competenze date dai nostri percorsi di vita, dalle nostre esperienze lavorative e nel tessuto sociale del territorio.
Le idee che da sempre ci spingono a sognare una Sem non più stanca, agonizzante e abbandonata a sé stessa, ma bensì piena, vitale e a misura di bambino, capace di accogliere e far crescere nuove generazioni di elpidiensi in un contesto migliore, più verde, con un nuovo plesso scolastico e con maggiori opportunità”.

Componenti de La Lista che aggiungono: “Il punto centrale del nostro programma è infatti quello sull’edilizia scolastica. I problemi della scuola Bacci sono noti e non possono essere risolti modificando la viabilità. E’ un plesso che non può contenere tre livelli scolastici perché ogni grado ha delle esigenze diverse. D’altro canto rischiamo di perdere il Tarantelli, ormai gran parte “traslato” a Porto Sant’Elpidio. E questa sarebbe una perdita incalcolabile.  Partendo da questi dati di fatto abbiamo elaborato un piano che vede il trasferimento del Tarantelli alla Bacci; la creazione di un nuovo polo scolastico per elementari e medie in un sito ovviamente da individuare in fase esecutiva e la ristrutturazione della vecchia scuola materna. Questa “rotazione” permetterebbe di risolvere tanti problemi (traffico, inquinamento, mancanza di spazi…) e darebbe la possibilità ai ragazzi di crescere in un ambiente salubre, bello e all’avanguardia. Per l’alberghiero poi abbiamo un progetto ad hoc che prevede la promozione e la valorizzazione a diversi livelli (ad es. con appuntamenti periodici nei quali Scuola-Cultura-Enogastronomia possano dialogare con personaggi e chef di rilievo). Ci chiedono con quali risorse pensiamo di realizzare queste idee. Beh, se l’attuale amministrazione ha puntato sul polo dell’anziano (vedasi la casa di riposo a servizio dei tre comuni dell’ambito) investendoci milioni di euro, noi intendiamo utilizzare gran parte delle risorse del quinquennio per questo “progetto madre”; intendiamo investire sul benessere dei giovani e quindi di tutta la Comunità. In sintesi è una semplice questione di priorità”.

Candidati che evidenziano: “Noi vogliamo scommettere sui giovani, sulle famiglie. Ciò non significa che non ci importa dei “meno giovani”, anzi. Gli anziani vanno valorizzati e quindi verranno coinvolti in progetti intergenerazionali quali custodi del sapere e delle tradizioni. Questo scambio permetterà un invecchiamento attivo e forse la casa di riposo servirà, ma un po’ meno! Scommettiamo anche sulla cultura, perché sì, con la cultura si campa, soprattutto se si riesce a metterla al centro di una progettualità turistica che a Sant’Elpidio manca e che invece rappresenta una potenzialità vera. Pensiamo ad uno spostamento e potenziamento della pinacoteca, per fare un esempio.  Scommettiamo sul futuro, perché ci sentiamo in diritto e soprattutto in dovere di averne uno migliore, e di averlo in  questa città. Scommettiamo quindi su Sant’Elpidio e su Fabio Conti, convinti che sia la figura migliore per realizzare questi nostri propositi. Non abbiamo la presunzione di dire che ci riusciremo, ma garantiamo che La Lista, civica e lontana dai partiti, è nata esclusivamente per questo“.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X