facebook twitter rss

“Costretti a chiudere l’osservatorio”, lo sfogo del presidente dell’associazione di quartiere Castellano

SANT'ELPIDIO A MARE - Il presidente Sandro Birilli:"Tutto ciò metterebbe in seria discussione la qualità del servizio offerto ai visitatori che è stato raggiunto dopo anni di sacrifici. Pertanto non saremo disponibili ad assumerci responsabilità che spettano ad altri"
venerdì 2 giugno 2017 - Ore 11:03
Print Friendly, PDF & Email

“Nonostante in questo periodo pre-elettorale tutti si riempiano la bocca tessendo le lodi dell’osservatorio astronomico elpidiense, noi dell’associazione di quartiere Castellano alla quale da pochi giorni è stata rinnovata la gestione per altri 5 anni; comunichiamo con la presente che probabilmente saremo costretti a chiudere la struttura”.

Inizia così lo sfogo del presidente dell’associazione Sandro Birilli che scrive: “Perchè questa amministrazione, anzi il Sindaco Terrenzi in persona, sta cercando in tutti i modi di ostacolare la normale attività dell’associazione stessa e dell’osservatorio astronomico. Abbiamo appreso dagli uffici competenti, che le intenzioni imminente del Sindaco sono:  respingere la nostra istanza per il rimborso parziale delle spese anticipate dall’associazione in occasione della festa del 30° dall’apertura dell’Osservatorio astronomico, che si è svolta ad agosto 2016; farci dimezzare l’area verde antistante la struttura della quale avevamo la gestione da 6 anni, riscuotendo l’apprezzamento dall’ufficio competente per l’ efficienza; farci togliere la gestione dell’impianto luci delle strutture adiacenti, mettendo a rischio la qualità delle osservazioni; destinare ad altri, uno stabile adibito a rimessa attrezzature dell’associazione di quartiere per le attrezzature dell’ osservatorio astronomico che è stato costruito interamente, e a proprie spese, dall’associazione di quartiere Castellano dietro regolare permesso a costruire n °57/12 del 6/6/2012 prot n 11942/2012 dal responsabile dell’ufficio tecnico”.

Presidente che aggiunge: “Tutto ciò metterebbe in seria discussione la qualità del servizio offerto ai visitatori che è stato raggiunto dopo anni di sacrifici. Pertanto non saremo disponibili ad assumerci responsabilità che spettano ad altri. Discutibile è anche la tempistica, la comunicazione è avvenuta dopo che abbiamo ospitato una festa di una ‘lista’candidata alle imminenti elezioni, che hanno ‘sposato’ il nostro progetto del parco dell’astronomia Se è questa l’idea di Democrazia che ha Terrenzi…. Buona fortuna Sant’Elpidio a Mare”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X