facebook twitter rss

L’impegno di Terrenzi su sicurezza
e gestione delle emergenze

ELEZIONI - Il sindaco uscente illustra i suo programmi sulla video sorveglianza e sulla prevenzione nel territorio comunale
sabato 3 giugno 2017 - Ore 13:52
Print Friendly, PDF & Email

Tra i tanti argomenti dei quali Alessio Terrenzi, sindaco uscente di Sant’Elpidio a Mare, ha avuto modo di parlare nei vari incontri nel territorio, particolare attenzione è stata posta alla questione della sicurezza.

“Il sistema di videosorveglianza che abbiamo attivato nel territorio è un fiore all’occhiello per la nostra città – dice Terrenzi – tanto che gli altri comuni, nei tavoli organizzati in Prefettura sulla sicurezza, ci prendono ad esempio. Un esempio positivo, ovviamente. Quello della sicurezza resta uno degli aspetti della vita cittadina su cui intendiamo puntare l’attenzione anche per il futuro. Nel nostro programma abbiamo inserito il completamento del progetto di videosorveglianza con installazione di nuove telecamere ocr nei centri abitati di Cascinare e Castellano nonché nel capoluogo lungo le s.p. Monturanese, Elpidiense, Vecchia Porto al fine di garantire un controllo di tutte le arterie di accesso alla città. Questo permetterà di rendere ancora più capillare il controllo. Inoltre, pensiamo alla realizzazione ed esecuzione con il Ministero dell’Interno, per il tramite della Prefettura di Fermo, di un progetto che consenta il controllo in tempo reale dei veicoli oggetto di furto garantendone una informazione immediata alle forze di polizia già presenti sul territorio. Pensiamo che sia molto utile anche l’installazione di nuovi pannelli a messaggio variabile in modo da portare a conoscenza in tempo reale gli utenti della strada di tutte le modifiche della circolazione: questo accorgimento, sommato all’App FlagMii che è attiva già da qualche tempo e che fornisce comunicazioni in tempo reale sulla vita cittadina comprese le emergenze, permetterà di informare in modo sempre più diretto il cittadino e chi si trova a transitare lungo le nostre strade. Siamo poi convinti che sia di fondamentale importanza l’individuazione di canali di comunicazione tra la cittadinanza e Amministrazione comunale, affinché possano essere indicate in tempo reale le problematiche esistenti sul territorio, con particolare attenzione a quelle legate alla sicurezza urbana”.

Il contatto con il territorio, dunque, come elemento fondamentale di una buona politica amministrativa. Un contatto importante anche nella gestione dell’emergenza, come l’esperienza ha insegnato.

“Intendiamo continuare e consolidare il rapporto di collaborazione con le associazioni cittadine, linfa vitale sia a livello sociale che aggregativo, nella consapevolezza che l’Ente pubblico possa continuare a dare risposte concrete, su tali settori, con il determinante apporto delle varie realtà associative. E a tal proposito, il nostro impegno è quello di trovare una sede definitiva, stabile, duratura e funzionale per tutte le associazioni – aggiunge Terrenzi –. Sul fronte della collaborazione si apre uno scenario particolare. Il nuovo Piano di Protezione Civile, recentemente approvato dal Consiglio comunale, impone un nuovo rapporto con le associazioni: non solo una collaborazione nella gestione delle emergenze, ma anche e soprattutto un lavoro che si esplicita nella prevenzione e nel monitoraggio del territorio. Siamo convinti che la prevenzione vada programmata nei periodi di non emergenza. Per questo il ruolo di alcune associazioni (in primo luogo il gruppo comunale di Protezione Civile e la Croce Azzurra) assume una veste di “istruzione dei cittadini” in occasione di eventi particolari. La professionalità dimostrata da queste Associazioni non deve essere solo motivo di orgoglio per la città e per il territorio; i risultati raggiunti debbono essere motivo di ulteriore crescita e conoscenza dei rischi del territorio, per far si che la gestione di qualsiasi evento, sia esso normale o eccezionale, venga interpretato e gestito dalla popolazione senza affanno. Il nostro territorio, purtroppo, è stato messo alla prova più volte in occasione di calamità di diverso tipo: penso all’alluvione, alla neve e, da ultimo ma non per importanza, dal terremoto. Ebbene, credo di poter dire che questa Amministrazione comunale abbia saputo ben gestire l’emergenza, in perfetta sintonia con gli uffici e le associazioni che sono state fondamentali e che ringrazio a nome di tutti: bisogna proseguire lungo la strada della collaborazione per il bene di tutti e noi siamo pronti a farlo con chi intenderà relazionarsi con noi con spirito costruttivo e pensando al bene comune”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X