facebook twitter rss

“Alzi la mano chi” il nuovo lavoro di Federico D’Annunzio: una dichiarazione d’amore per le Marche (GUARDA IL VIDEO)

PORTO SAN GIORGIO - Il brano sempre autoprodotto ed indipendente, ha una fisionomia completamente diversa dal precedente lavoro, è un' ondata pop rock progressive
mercoledì 7 giugno 2017 - Ore 12:23
Print Friendly, PDF & Email

 

Dopo il successo di pubblico (quasi 18.000 visualizzazioni reali) e critica del singolo “Questa è la mia città”, il cantautore marchigiano Federico D’Annunzio, per l’esattezza di Porto San Giorgio, si riaffaccia sulla scena con un nuovo progetto musicale dal titolo “Alzi la mano chi”. Il brano sempre autoprodotto ed indipendente, ha una fisionomia completamente diversa dal precedente lavoro, è un’ ondata pop rock progressive, che fonde pop italiano insieme ad una veste elettronica anni 80 spontanea ed avvolgente.

Anche stavolta il videoclip sceneggiato da Federico stesso e in collaborazione con la Regione Marche (assessorato al turismo), non ha voluto tradire le aspettative, come il precedente lavoro, questo è una dichiarazione d’amore verso il suo territorio, comprendendo questa volta non una sola città ma tutte le Marche.
Un insolito maratoneta in stile anni ‘80 che, munito di Walk-man e cuffie, attraversa come in una perfetta linea immaginaria la Regione, da dove nasce il sole fin dove tramonta, tra i nostri amati Monti Azzurri, i Sibillini.
Questa terra recentemente ferita da un evento che ne ha scosso le fondamenta facendo tremare ogni certezza e mettendo tutti davanti allo stesso terrore, ma che non si è arresa e continua ad invocare speranza e scommettere sul futuro.  giovedì primo giugno il brano ed il video sono stati presentati in escluosiva a Radio Linea ed è disponibile su Youtube e nei vari portali digitali.
Prossimamente live ed opening caratterizzeranno l’attività live dell’artista che troverete in continuo aggiornamento nel suo canale Facebook


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X