fbpx
facebook twitter rss

Blue Whale, i consigli
della Polizia di Stato agli studenti
della Fracassetti e di Capodarco

FERMO - I suggerimenti del vicequestore Leo Sciamanna, del sostituto commissario Sandro Serroni e del sovrintendente Capo Leonardo Lamberti
Print Friendly, PDF & Email

I ragazzi della Scuola Secondaria Fracassetti e Capodarco hanno incontrato stamattina il Sostituto Commissario Sandro Serroni e il Sovrintendente Capo Leonardo Lamberti, coordinati dal dirigente del commissariato di Fermo, Leo Sciamanna, per essere informati, rassicurati e protetti sui grandi pericoli presenti nel web, in special modo sul gioco Blue Whale – Balena Blu, un gioco criminale che sta imperversando sui social. L’invito a parteciparvi viene fatto attraverso gruppi WhatsApp, Facebook, Instagram, Twitter o altri social e purtroppo molti sono i ragazzi che vengono contattati, anche solo per essere spaventati.

Importanti indicazioni sono state date agli alunni, prima tra tutte come informare gli adulti, genitori o insegnanti, ma anche in modo informale agenti delle forze dell’ordine che casualmente si possono incontrare per strada; questo vale non solo per giochi, ma anche per molestie, bullismo e ogni altra forma di violenza.

Nello specifico del gioco criminale Blue Whale, se si è stati aggiunti, o si sa di un amico o conoscente che è stato aggiunto a gruppi nei social che parlano delle azioni della Balena Blu-Blue Whale, parlarne subito con i genitori, con gli insegnanti o segnalarlo sul sito della Polizia di Stato o al Commissariato di Fermo ([email protected]).

“Un prezioso incontro e un grazie da parte dell’Istituto Comprensivo “Fracassetti-Capodarco” a chi è capace di rassicurare e proteggere – ha commentato la dirigente Annamaria Bernardini – grazie alla Polizia di Stato di Fermo, che ha lasciato i ragazzi con un consiglio importante: invece delle 50 prove autodistruttive in 50 giorni del gioco blue whale, sfidatevi su 50 buoni comportamenti per crescere bene”.

 

Sostieni Cronache Fermane

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane la redazione di Cronache Fermane lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e in tempo reale sull’emergenza Coronavirus e molto altro. Impieghiamo tutte le nostre forze senza ricevere alcun finanziamento pubblico destinato all’editoria. Sappiamo che, adesso più che mai, l’informazione è fondamentale per la nostra comunità: per questo continuiamo a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. La situazione attuale ha comportato inevitabilmente una forte riduzione di quei contratti pubblicitari che ci hanno consentito in questi 4 anni di attività di offrirti un servizio gratuito. Se apprezzi il nostro lavoro e ritieni che sia importante conoscere quanto accada sul tuo territorio, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Oppure tramite Bonifico Bancario, inserendo come causale "erogazione liberale":

  • IBAN: IT67V0311169451000000003233
  • Intestatario: CF Comunicazione S.r.l.s. - Banca: UBI Banca S.p.A


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page



1 commento

  1. 1
    Romina Fabi via Facebook il 7 Giugno 2017 alle 23:13

    Possobile che non si possano bloccare sti siti di questo maledetto “gioco”?

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X