fbpx
facebook twitter rss

L’invito di Don Franco:
“Tutti a Montepacini per
la grande festa dell’agricoltura sociale”

FERMO - Il fondatore della Comunità di Capodarco lancia la manifestazione nazionale che si terrà il prossimo 17 giugno
Print Friendly, PDF & Email

di Andrea Braconi

“Credo che tutti siamo coscienti che la ricostruzione della nostra terra, devastata nella speranza della gente di avere un futuro in essa, possa e debba trovare nell’agricoltura sociale, da vivere sino in fondo nel suo valore di accoglienza ai più deboli, una grande forza di resistenza e di cambiamento possibile. Dobbiamo ricostruire una società più conviviale”.

Così Don Franco Monterubbianesi, fondatore della Comunità di Capodarco, nell’invitare cittadini, allevatori, produttori, autorità ed associazioni alla seconda edizione della Festa dell’Agricoltura Sociale, che si terrà sabato 17 giugno a Fermo, nella struttura di Montepacini. Un incontro di grandissima importanza, al quale parteciperà anche il vice ministro dell’Agricoltura, Andrea Olivero.

“Celebrare ciò nell’ambito di una fattoria sociale come quella di Montepacini promossa da genitori di disabili in armonia con operatori ben ispirati e Ente locale, la città di Fermo aperta ai valori dell’accoglienza, sarà bello per tutti noi – spiega Don Franco -. Anche per rinnovare poi l’impegno che abbiamo di lavorare veramente insieme perché tutto ciò si attui al meglio. Alle ore 16.30 della giornata coordinerò il panel delle famiglie dei disabili che saranno presenti e che nell’agricoltura sociale possono vivere il Dopo di Noi con speranza. Di essa devono essere le famiglie protagoniste con noi. Saranno tante le iniziative in programma, come la piantumazione di un bosco della rinascita, grazie ai tanti alberi che saranno donati da realtà dislocate in varie parti d’Italia”.

Sostieni Cronache Fermane

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane la redazione di Cronache Fermane lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e in tempo reale sull’emergenza Coronavirus e molto altro. Impieghiamo tutte le nostre forze senza ricevere alcun finanziamento pubblico destinato all’editoria. Sappiamo che, adesso più che mai, l’informazione è fondamentale per la nostra comunità: per questo continuiamo a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. La situazione attuale ha comportato inevitabilmente una forte riduzione di quei contratti pubblicitari che ci hanno consentito in questi 4 anni di attività di offrirti un servizio gratuito. Se apprezzi il nostro lavoro e ritieni che sia importante conoscere quanto accada sul tuo territorio, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Oppure tramite Bonifico Bancario, inserendo come causale "erogazione liberale":

  • IBAN: IT67V0311169451000000003233
  • Intestatario: CF Comunicazione S.r.l.s. - Banca: UBI Banca S.p.A


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X