fbpx
facebook twitter rss

Schianto mortale,
quattro auto a fuoco, coinvolta anche quella di una ragazza elpidiense “E’ stata l’apocalisse”

MONTE SAN GIUSTO - Coinvolta anche una giovane di Porto Sant'Elpidio che è riuscita a mettersi in salvo. E' successo intorno alle 17,30. Ha perso la vita Franco Muzi, 89 anni, di Montecosaro. Era sceso dall'auto con il corpo avvolto dalle fiamme. VIDEO
Print Friendly, PDF & Email

 

 

di Gianluca Ginella

(foto di Federico De Marco)

Lo scontro, poi le auto che una dopo l’altra s’incendiano e un anziano che resta bloccato nella vettura e quando riesce ad uscire è avvolto dalle fiamme e si accascia a terra morto. «E’ stata un’apocalisse» racconta il testimone di un pomeriggio da incubo a Monte San Giusto. Tutto è cominciato con un anziano che doveva andare a far controllare l’auto. L’uomo, Franco Muzi, 89 anni, di Montecosaro, al volante della sua Lancia Y ha raggiunto il centro auto Campelli, lungo via Macerata, poco distante dal centro storico di Monte San Giusto. Finito il controllo l’anziano ha fatto manovra per uscire su via Macerata. E si è scontrato con una Peugeot con al volante una ragazza di Porto Sant’Elpidio che salendo in direzione del centro aveva svoltato per entrare all’officina. A causa dell’incidente la Peugeot è rimasta con la parte posteriore sulla provinciale ed è stato allora che una terza vettura, che saliva lungo via Macerata, ha impattato con la Peugeot. A quel punto è stato un incubo. La Peugeot ha preso fuoco e pure la Lancia Y. Il conducente della terza vettura, viste le fiamme, ha fatto retromarcia. Intanto la ragazza  di Porto Sant’Elpidio sulla Peugeot è scesa dal lato passeggero ed è riuscita a mettersi in salvo.

L’anziano invece no. È rimasto bloccato nell’abitacolo mentre le fiamme si alzavano. Dall’officina alcune persone sono corse con gli estintori per spegnere l’incendio. Nel frattempo Simone Saltari, che ha una attività lì vicino, ha chiamato i carabinieri per chiedere aiuto. Le fiamme erano talmente alte da rendere impossibile spegnerle con l’estintore. «È stata un’apocalisse – racconta Simone Saltari –. Ho sentito la frenata, la botta delle auto che si sono scontrate. Poi da una delle auto, la Peugeot, ha iniziato a uscire una scia di fuoco e le auto sono esplose. Ho subito chiamato i carabinieri per dire quello che era successo. Le fiamme erano altissime, mai visto una cosa del genere. In una delle auto c’era il signore anziano, vedevamo che non riusciva a scendere dall’auto. Con gli estintori non si riusciva a spegnere le fiamme e non ci si riusciva ad avvicinare per aiutarlo». Quando l’uomo anziano alla fine ha aperto lo sportello, le fiamme lo hanno avvolto e si è accasciato a terra, morto. Altre due auto che erano in sosta nel frattempo si sono incendiate. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco, il 118, la polizia stradale di Civitanova. La ragazza che era sulla Peugeot è rimasta ferita in modo lieve. Una terza persona è rimasta intossicata per il fumo. Sono entrambi stati portata in ospedale a Civitanova.

(ultimo aggiornamento alle 20,50)

 

 

 

 

 

 

Sostieni Cronache Fermane

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane la redazione di Cronache Fermane lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e in tempo reale sull’emergenza Coronavirus e molto altro. Impieghiamo tutte le nostre forze senza ricevere alcun finanziamento pubblico destinato all’editoria. Sappiamo che, adesso più che mai, l’informazione è fondamentale per la nostra comunità: per questo continuiamo a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. La situazione attuale ha comportato inevitabilmente una forte riduzione di quei contratti pubblicitari che ci hanno consentito in questi 4 anni di attività di offrirti un servizio gratuito. Se apprezzi il nostro lavoro e ritieni che sia importante conoscere quanto accada sul tuo territorio, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Oppure tramite Bonifico Bancario, inserendo come causale "erogazione liberale":

  • IBAN: IT67V0311169451000000003233
  • Intestatario: CF Comunicazione S.r.l.s. - Banca: UBI Banca S.p.A


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page



2 commenti

  1. 1
    Cinzia Tiburzi via Facebook il 8 Giugno 2017 alle 21:26

    ..oh mamma mia!!!

  2. 2
    Alessia Marsili via Facebook il 8 Giugno 2017 alle 21:55

    Mamma mia….

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X