facebook twitter rss

Inaugurata la zona addestramento cani su cinghiale a Montefiore dell’Aso

MONTEFIORE DELL'ASO - L'obiettivo è avere cani allenati sia dal punto di vista dell'olfatto che della muscolatura per la stagione venatoria. Prossimamente verranno organizzate manifestazioni e gare
domenica 25 giugno 2017 - Ore 13:34
Print Friendly, PDF & Email

Inaugurata ieri la zona addestramento cani Diavolo Nero, a Montefiore dell’Aso, all’interno della azienda agricola Vallorani. E’ nata dalla passione per la caccia al cinghiale di Daniele figlio di Valeriano, titolare dell’azienda stessa, e dalla collaborazione con l’amico Francesco che la descrive: “Si tratta di un’area di circa 4 ettari e mezzo, composta da selva molto fitta, all’interno della quale sono stati inseriti un paio di cinghiali dello stesso sesso . L’area e’ recintata – spiega ancora Francesco – in modo che nessun animale possa uscire e nessun altro possa entrare. Nata dalla passione comune per la caccia che ho con Daniele, figlio del proprietario e con cui facciamo parte della squadra di caccia al cinghiale La Pesante di Pedaso che ha come capisquadra Emanuele Paoloni e Fabrizio, con i gregari che sono cani da muta della razza Ariegeois. Questa razza è anche stata scelta come simbolo dell’area che si chiama Diavolo Nero Zona Addestramento Cani ed è incentrata proprio sul cinghiale. Ovviamente sono ben accette tutte le razze di cani da cinghiale mentre è adatta alle altre razze ovviamente. Portare il proprio cane qui significa addestrarlo a “sentire” il cinghiale selvatico per far apprendere al cane la tecnica della ricerca dello scovo e della seguita. L’obiettivo è quindi, avere i cani allenati sia dal punto di vista dell’olfatto che della muscolatura per la stagione venatoria. Prossimamente organizzeremo anche manifestazioni o gare”. L’area è privata in quanto inserita all’interno dell’azienda agricola. La gestione è affidata proprio a Daniele e Francesco.
Ieri c’è stata appunto l’inaugurazione ufficiale. L’area è aperta dalle 6.30 del mattino fino alle 20 della sera, circa, come da regolamento. Dopo la benedizione e il taglio del nastro, alla presenza di rappresentanti delle forze dell’ordine, anche Lucio Porrà, sindaco di Montefiore dell’Aso, appassionato di caccia si è detto soddisfatto dell’apertura di una nuova attività nel territorio comunale, nella quale pensa di portare anche i suoi cani, visto anche che sono poche le aree come questa nella zona.
Valeriano, titolare dell’area e dell’azienda agricola ha chiarito che “L’idea è nata perché mio figlio è appassionato di cinghiali ed io ho un pezzo di terreno che è troppo impervio per la coltivazione, fatto a gradoni. Il valore consiste nel fatto che sarà un impianto che dovrebbe portare un reddito, permettendo al tempo stesso alla gente di portare i propri animali a quattro zampe, respirare soprattutto al mattino aria fresca e allenare i cani”.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X