facebook twitter rss

Il Super 8 di Campiglione di Fermo non va in vacanza: ecco i film da non perdere

CINEMA - Tra le nuove proposte '2:22 Il destino è già scritto'. Il controllore del traffico aereo Dylan Boyd (Michiel Huisman), si ritrova intrappolato in una catena di suoni ed eventi casuali, che si ripetono identici ogni giorno alla stessa ora, e terminano alle 2:22 in punto alla stazione ferroviaria di New York
Print Friendly, PDF & Email

 

Il Super 8 di Fermo non va in vacanza. Anzi, rilancia. Questi i film della settimana.

Iniziamo con 2:22 Il destino è già scritto. Il controllore del traffico aereo Dylan Boyd (Michiel Huisman), si ritrova intrappolato in una catena di suoni ed eventi casuali, che si ripetono identici ogni giorno alla stessa ora, e terminano alle 2:22 in punto alla stazione ferroviaria di New York. La successione regolare, che si esaurisce nell’arco della giornata per ricominciare la mattina successiva, prende il via da un avvenimento significativo avvenuto sul luogo di lavoro: accecato per qualche istante da un improvviso lampo di luce, Dylan riesce per un soffio a scongiurare la collisione tra due aerei turistici. Tra i passeggeri scampati alla tragedia sfiorata, c’è anche Sarah (Teresa Palmer), una bellissima ragazza che lavora in una galleria d’arte, dalla quale Dylan si sente incredibilmente attratto. Proprio Sarah potrebbe essere la chiave per spezzare la nauseante ripetizione di eventi che scandisce la sua vita, ma non prima di aver indagato e colto i messaggi celati nello schema tracciato dal tempo.

Le Ardenne – Oltre i confini dell’amore, film presentato dal Belgio per la candidatura all’Oscar 2017 come miglior film straniero, segna l’esordio alla regia opera prima del giovane belga Robin Pront. Il film è un thriller ambientato tra Anversa ed i misteriosi boschi delle Ardenne che ruota attorno a una storia di rivalità e passione di due fratelli uniti da un destino ineluttabile e dall’amore per la stessa donna.

Reduce dallo straordinario debutto nella battaglia in aeroporto di Captain America: Civil War, Spiderman ritorna da protagonista nella prima pellicola Marvel dedicata a lui. Tagliato fuori dalle imprese dei grandi, il giovane Peter Parker (Tom Holland) è stanco dell’eroismo “da quartiere” e sente il bisogno di sconfinare il perimetro rionale per poter dimostrare il suo vero potenziale. Non soltanto alle persone che seguono le gesta dell’Uomo Ragno su Youtube, ma anche e soprattutto al mentore Tony Stark (Robert Downey, Jr.) che, dopo lo scontro tra storici Avengers e piccoli outsider (come Ant-Man) ha preso la questione del ragazzo a cuore.

Arriva un momento nella vita di ognuno in cui siamo chiamati a fare la differenza. In Transformers – L’Ultimo Cavaliere, quinto episodio dell’epica saga cinematografica firmata Michael Bay e basata sui giocattoli trasformabili Hasbro, la preda diventerà eroe. Gli eroi diventeranno cattivi. Un solo mondo sopravviverà: il loro, o il nostro. Negli ultimi anni gli Autobot, guidati dall’irreprensibile leader Optimus Prime, hanno difeso la terra dalle innumerevoli invasioni aliene di cui è stata teatro. Prima i Decepticon di Megratron, poi gli antichissimi “Creatori”, una dopo l’altra le truppe nemiche hanno battuto in ritirata, sconfitte da Bumblebee e i suoi giganteschi compagni. Ma da dove arriva il popolo dei Transformers?

In programmazione anche Wonder Woman, Civiltà perduta, la Mummia, e Modena Park con Vasco Rossi


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti