fbpx
facebook twitter rss

‘Pizzicato’ senza servizio di salvataggio:
il Circomare sanziona
un balneare, rischio chiusura

CONTROLLI - Guardia Costiera: "Al titolare dello stabilimento è stata erogata una sanzione amministrativa pari a 1032 euro per la violazione dell’art. 1.1 dell’Ordinanza di Sicurezza Balneare e la trasgressione veniva segnalata all’amministrazione comunale competente per gli ulteriori provvedimenti quali l’eventuale chiusura"
giovedì 6 Luglio 2017 - Ore 14:16
Print Friendly, PDF & Email

Un controllo in spiaggia della Guardia costiera

Durante il corso della mattinata i militari dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Porto San Giorgio, nell’ambito dell’operazione Mare Sicuro 2017, hanno effettuato un’attività di controllo del litorale, riscontrando l’assenza del previsto servizio di salvataggio in una struttura balneare del Fermano. Al titolare dello stabilimento (la cui ubicazione il Circomare preferisce non divulgare “per ragioni di opportunità”) è stata erogata una sanzione amministrativa pari a 1032 euro per la violazione dell’art. 1.1 dell’Ordinanza di Sicurezza Balneare e la trasgressione è stata segnalata all’amministrazione comunale competente per gli ulteriori provvedimenti quali l’eventuale
chiusura della stessa attività, mancando di fatto le condizioni basi per garantire il primario interesse della sicurezza della balneazione. “L’attività di controllo posta in essere – fanno sapere dal Circomare sangiorgese – è finalizzata a garantire il rispetto delle norme a tutela dell’utenza balneare e degli stessi operatori del settore che operano nel rispetto della legge. L’operazione Mare Sicuro 2017 vede intensificarsi lo sforzo operativo della Guardia Costiera volto a garantire la corretta fruizione del mare e uno svolgimento in sicurezza delle attività ludiche e ricreative ad esso collegate. Sicurezza e serenità, legalità e divertimento: sono questi alcuni dei concetti chiave dell’operazione Mare Sicuro 2017, operazione che ogni estate viene attuata dalla Guardia Costiera e che, sino al 17 settembre, vedrà impiegati circa 3.000 uomini e donne, oltre 300 mezzi navali e 15 mezzi aerei lungo tutti gli 8.000 chilometri di coste del Paese, nonché sul Lago di Garda e sul Lago Maggiore”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X