fbpx
facebook twitter rss

Invasione record di alghe sulla spiaggia:
operai al lavoro dall’alba

PORTO SAN GIORGIO - Subito in campo gli uomini della San Giorgio Distibuzione e Servizi. "Una grandissima quantità di alghe - spiega il sindaco Nicola Loira -  si è riversata sulla spiaggia. Dalle 3 di questa notte fino alle 8 del mattino gli operai della San Giorgio Distribuzione e Servizi sono stati al lavoro per ripulire il tutto. Questa mattina presto il materiale depositato era già scomparso ed i turisti non si sono accorti di nulla". Resta ingente il quantitativo di alghe ancora in acqua
sabato 15 Luglio 2017 - Ore 11:32
Print Friendly, PDF & Email

 

di Paolo Paoletti

Un lungo tappeto verde di alghe che, complice il mare mosso di ieri, ha invaso la spiaggia di Porto San Giorgio soprattutto nella zona sud. La scena che si è presentata sotto gli occhi di coloro che hanno percorso la costa sangiorgese nella notte appena trascorsa è stata sicuramente impressionante. Un quantitativo record di alghe ha ricoperto la battigia, soprattutto nella zona sud della città.

Un fenomeno dovuto all’interazione di diversi fattori. Da una parte il caldo record degli ultimi giorni che ha favorito il proliferare delle alghe su tutto il mare Adriatico e dall’altro il maltempo ed il mare mosso di ieri che la ha fatte depositare a riva.

Subito in campo gli uomini della San Giorgio Distibuzione e Servizi. “Una grandissima quantità di alghe – spiega il sindaco Nicola Loira –  si è riversata sulla spiaggia. Dalle 3 di questa notte fino alle 8 del mattino gli operai della San Giorgio Distribuzione e Servizi sono stati al lavoro per ripulire il tutto. Questa mattina presto il materiale depositato era già scomparso ed i turisti non si sono accorti di nulla”.

Sindaco che spiega come il monitoraggio continua: “La battigia è ora pulita ma le alghe in acqua sono ancora tante. Da qui il costante monitoraggio della situazione e l’eventuale nuovo intervento di pulizia in caso di necessità”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X