facebook twitter rss

Il comitato fermano di Forza Italia a Ceroni: “Abbia il buonsenso di non menzionare impropriamente esponenti provinciali”

REPLICA - Il comitato provinciale di Fermo contesta al senatore Remigio Ceroni il fatto di aver nominato la presenza di figure, nel corso dell'incontro Cuore Azzurro, che in realtà non erano presenti
Print Friendly, PDF & Email

“Apprendiamo da articoli di stampa, con sorpresa e disappunto, che il Coordinatore regionale, Sen. Remigio Ceroni, nel comunicare l’esito dell’evento Cuore Azzurro da lui organizzato venerdì sera a Rapagnano, Comune dove ricopre la carica di Sindaco, ha parlato di presenza dei ‘principali responsabili di Forza Italia della provincia di Fermo’. Per dovere di cronaca e, soprattutto, per rispetto dei nostri elettori, iscritti e del nostro Presidente, Silvio Berlusconi, ci corre l’obbligo di puntualizzare quanto segue”. Inizia così la nota del comitato provinciale di Fermo di Forza Italia in replica e puntualizzazione alla nota stampa del senatore Ceroni.

“All’evento Cuore Azzurro del sen. Ceroni (nessuno in Forza Italia sa che cosa sia Cuore Azzurro, un movimento? Un’associazione? Altro? Da Roma nessuno ci ha informati. Di certo non è qualcosa legato al Partito) non ha partecipato alcun esponente del Comitato provinciale di Forza Italia-Fermo né i nostri capigruppo nei Comuni sopra a 15 mila abitanti – spiega il comitato provinciale –  Enzo Farina (Porto Sant’Elpidio) e i neoeletti Roberto Greci (Sant’Elpidio a Mare) e Carlo Del Vecchio (Porto San Giorgio). Non era presente nemmeno il nostro massimo referente in Consiglio regionale, il Capogruppo Jessica Marcozzi. D’altronde anche sul sito ufficiale di Forza Italia sono visibili i nomi, oltre a quello della Coordinatrice provinciale, dei responsabili dei vari settori, ai quali l’invito non è arrivato. Abbiamo notato che, invece, erano presenti Massimo Cotone e Alessandro Bargoni, che non partecipano ormai da anni alle riunioni del Comitato provinciale. I membri del Comitato provinciale, infatti, a partire dai Capigruppo sopra menzionati (fatto gravissimo) non sono stati invitati all’evento in questione. Ciò, probabilmente, a causa della dimenticanza (non si vuole pensare alla malafede o a un gesto teso a spaccare il Partito) di qualche segretaria marchigiana del sen. Ceroni che ha provveduto a inviare, per conto di quest’ultimo, gli inviti? Dalle foto diffuse, d’altronde, tra le 60/70 persone presenti è evidente l’assenza degli esponenti del Partito sopracitati. Siamo certi che l’ex ministro, sen. Anna Maria Bernini Bovicelli, è stata tenuta all’oscuro della vicenda. Il sen. Ceroni parla anche di ‘molti amministratori locali’ anche se non si capisce a chi si riferisca. Si chiede dunque di avere, da qui in avanti, almeno il buonsenso di non menzionare impropriamente ‘responsabili di Forza Italia della provincia di Fermo’ altrimenti saremo costretti nostro malgrado a interpretare il fatto come un palese e reiterato tentativo di spaccare e screditare il nostro Partito agli occhi dei cittadini. E ciò non sarebbe assolutamente accettabile”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti