facebook twitter rss

Gran Premio Montegranaro,
trionfa il lombardo Marengo

CICLISMO - Percorso per dilettanti Elite e Under 23. Sul traguardo,alle spalle del vincitore, il colombiano Einer Rubio Reyes e Davide Cecchin, il tutto per celebrare la memoria di Pietro Sesto Strappa, lo scomparso presidente della società ciclistica organizzatrice
Print Friendly, PDF & Email

Il traguardo veregrense

MONTEGRANARO – Il corridore lombardo Umberto Marengo, della Gallina Colosio Eurofeed, si è imposto nel 33° Gran Premio Città di Montegranaro, gara ciclistica per dilettanti Elite e Under 23. Sul traguardo finale ha preceduto il colombiano Einer Rubio Reyes (Vejus-TMF) e Davide Cecchin (Bper Banca Gobbi Frutta).

La manifestazione ha ricordato la figura del “presidentissimo” Sesto Strappa, da sempre in sella al sodalizio della Marini Silvano, principale organizzatrice, che ieri ha messo al via della competizione ben 102 corridori in rappresentanza di 17 formazioni.

La corsa si è decisa sull’ultima ascesa verso Montegranaro, quando in testa erano due corridori: Radice e il colombiano Cano Malaver. Su di loro si riportavano tre corridori, Cecchin, Marengo e Rubio Reyes. Marengo riusciva nel finale da anticipare la volata a ranghi ridotti andando a vincere a braccia alzate davanti a Rubio Reyes e Cecchin.

Si sono assegnate anche le maglie di campioni regionali fatte vestire nell’occasione dal vice presidente regionale FCI, Massimo Romanelli, e dal consigliere Marco Marinuk. Per gli Elite ha vestito la maglia di campione Regionale il colombiano Diego Cano Malaver (Team Ciclistico Porto Sant’Elpidio – Monte Urano VPM), per gli Under 23 il colombiano dei Calzaturieri Montegranaro, Jaime Restrepo Diosa.

Con il successo ottenuto a Montegranaro, Umberto Marengo è balzato in testa alla 5° Challange dedicata a Michele Gismondi. Ottima l’organizzazione, sul tracciato veregrense sono stati assegnati anche i trofei Rodi Pellami, Avis, Bar del Commercio e ricordati anche Massimiliano Parenti ed Enrico Giustini.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti