facebook twitter rss

Lauree in piazza UnivPM: ecco i nuovi ingegneri gestionali

FERMO - Tra applausi, cori e coriandoli per una grande festa in piazza, è andata in scena la consegna dei diplomi ai laureandi in Ingegneria Gestionale
Print Friendly, PDF & Email

di Alessandro Giacopetti (foto Simone Corazza)

Grande folla davanti al palco allestito in piazza del Popolo per assistere alla consegna delle pergamene a 29 laureandi dell’Università Politecnica delle Marche in ingegneria gestionale: 9 della laurea magistrale e 20 del corso triennale che hanno ricevuto la corona d’alloro e il diploma come avviene oramai da qualche anno.

Ad intervenire prima della cerimonia di consegna è stato il Rettore della Politecnica, Sauro Longhi: “La conoscenza e la cultura portano ricchezza a questo territorio. In 25 anni di presenza dell’università a Fermo c’è stata una continuità di interessi, azioni e finanziamenti che sono molto importanti. Noi abbiamo continuato negli anni a ammodernare la nostra offerta formativa”.

 

Nel sottolineare il trend crescente di iscritti, il rettore, ha parlato dell’obiettivo di avvicinare i giovani verso le imprese: “E’ un discorso che va ripetuto più volte soprattutto alle piccole imprese che non hanno elementi di alta tecnologia e di complessità organizzativa. In queste realtà è difficile portar dentro ingegneri gestionali, ma se vogliono  innovazione dei prodotti ed efficienza economica devono porsi il problema di farli entrare. La paura di spendere per assumere nuovi lavoratori può essere superata attraverso la presenza di strumenti per farlo nel modo giusto garantendo un contratto, anche a termine, ma con uno stipendio e non un semplice rimborso spese. Importante che siano economicamente dignitosi. I nostri laureati magistrali – ha comunicato Sauro Longhi – raggiungono quasi il 93% di occupazione a tre anni dalla laurea e il 69% trova impiego nel centro Italia mentre l’8% sceglie di andare all’estero. Da noi ci si laurea intorno ai 24 anni 4 mesi. L’80% degli studenti è fuori sede anche perché Fermo si presta bene ad ospitarli sia dal punto di vista degli affitti contenuti che delle dimensioni tutto sommato contenute, che della logistica semplice. Le lauree in piazza sono questo: comunicare cosa facciamo quotidianamente”.

 

Il sindaco di Fermo Paolo Calcinaro ha esordito dicendo: “Grazie a voi laureati e tutti i 600 studenti tra Ingegneria e Infermieristica. Portate vita e siete importanti nella città”.

Quindi è intervenuto il presidente del consiglio studentesco, Leonardo Archini che, dopo aver ringraziato il rettore Longhi, si è rivolto si ragazzi: “Avete raggiunto un traguardo importante perché l’istruzione superiore è fondamentale ed è richiesta soprattutto ora per poter dare un contenuto alla società. Vi auguro di dare un contributo ancora più forte alla società che vada oltre la vostra occupazione”.

Alle 13 era stata convocata la commissione di esame presso l’Aula Magna della facoltà d’ingegneria, davanti alla quale hanno relazionato i laureandi magistrali Beatrice Del Rosso, Federica Frisoli, Eleonora Grassi, Alessandra Mattiucci, Daniela Pompei, Marco Procaccia, Fabrizio Provelli, Claudia Scoppolini Massini, Alessandra Verna.

In Piazza del Popolo si sono aggiunti i laureandi triennali: Lorenzo Agostini, Antonella Antonini, Marzia Chiarini, Gianmarco Di Eusebio, Antonio Di Pietro, Marco Falà, Valerio Faricelli, Chiara Ferretti, Gabriele Ficcadenti, Samantha Giorgi, Antonella Malerba, Alice Montagano, Daniele Montesi, Vincenzo Moretti, Pamela Moroncini, Alessio Moschini, Laura Plebani, Beatrice Pontani, Fabio Sbaraglia, Matteo Vocale.

La cerimonia delle lauree per gli studenti di Infermieristica a Fermo ha avuto luogo lo scorso 20 aprile al teatro dell’Aquila (leggi articolo).

   


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti