facebook twitter rss

I Testimoni di Geova del Fermano in congresso a Rimini

FERMO – Saranno millecinquecento i testimoni di Geova della provincia di Fermo che parteciperanno al congresso di tre giorni in programma  al Palacongressi di Rimini
Print Friendly, PDF & Email

Saranno circa millecinquecento i testimoni di Geova della provincia di Fermo che parteciperanno al congresso di tre giorni in programma  al Palacongressi di Rimini, a partire da venerdì 28 luglio. L’incontro al quale  assisteranno circa 8.000 persone ogni giorno ha per tema “Non ti arrendere!”.

“I problemi della vita, le difficoltà personali, le delusioni e i tempi turbolenti, possono privare della serenità e lasciare senza fiato – spiegano i rappresentanti fermani – Il programma del congresso aiuterà i presenti testimoni e non, a non arrendersi, ma ad affrontare con pazienza le sfide della vita con uno sguardo positivo verso il futuro grazie alle promesse contenute nella Bibbia. Il programma prevede una serie di 52 relazioni corredate da interviste e contenuti multimediali come immagini e video. Alcuni dei momenti  salienti del convegno sono il battesimo dei nuovi fedeli il sabato mattina, la conferenza pubblica dal tema “Non perdere mai la speranza!” la domenica mattina e il film dal titolo “Ricordate la moglie di Lot”, trasmesso a puntate durante i pomeriggio del congresso, dove sarà possibile seguire le vicende di una famiglia alle prese con le sfida di manifestare i principi cristiani in una società sempre meno attenta ai valori insegnati da Gesù.  I testimoni  di Geova hanno in queste settimane distribuito un invito personale alla cittadinanza per informare dell’evento in programma, che come ogni anno richiama l’attenzione e partecipazione di molti non testimoni”.
I lavori del convegno si apriranno ogni mattina alle 9,20 per terminare nel pomeriggio di venerdì e sabato alle 17,00 e domenica alle 15,30. CL’ingresso è gratuito e aperto al pubblico. Lo scorso anno alla serie di congressi, hanno partecipato 13 milioni di persone in tutto il mondo


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti