facebook twitter rss

Silenzi, Di Panfilo e Zacconi
sul traguardo di Capordarco

CICLISMO - Ben 185 i corridori impegnati nelle varie categorie previste dalla competizione amatoriale andata in scena ieri. Va in archivio una sorta di prova generale per il Gran Premio in programma, come tipico, il 16 agosto per gli Under 23
Print Friendly, PDF & Email

Silenzi all’arrivo. Suggestivo il panorama sullo sfondo, con lo scorcio sull’Adriatico

FERMO – Tanta partecipazione e due belle gare vissute con grande entusiasmo. A Capodarco è andato in scena il Gran Premio Capodarco amatori organizzato dalla Polisportiva Marina Picena e dal G. S. Capodarco con il coordinamento del ciclismo Uisp Marche e con l’alto patrocinio del Comune di Fermo.

A questa competizione si sono ritrovati 185 corridori che hanno battagliato alla grande nelle due gare in programma.
La prima sfida ha visto al via le seguenti categorie: ELMT, M1,M2,M3,M4,M5,M6 di 2° Serie e M7,M8 e Donne.

Si è gareggiato sul circuito del Grappolo d’Oro sulla distanza di 55 km. La partenza è avvenuta dal monumento che ricorda Fabio Casartelli. Pronti e via e subito Silenzi (SBT Team) a mettersi in evidenza insieme a Lucidi (Bikers in Libertà) e Ferragina (Cyclone). Più tardi Silenzi rimane da solo al comando e dopo il primo passaggio sul battistrada si porta Dalinson (Pedale Civitanovese) i due di comune accordo riescono a tenere lontano il gruppo.

Sulla salita finale verso il traguardo Silenzi riusciva a staccare Dalinson per andare a vincere a braccia alzate precedendo il portacolori del Pedale Civitanovese. Il gruppo con una bella volata veniva regolato da Matteo Traini (Royal Bike Team). Tra le donne successo per Cinzia Zacconi (New Mario Pupilli).

Più tardi toccava alla prima serie impegnata sulla distanza di 68 km. Gara molto combattuta che si decideva all’ultimo giro quando nell’ascesa verso Capodarco si avvantaggiavano: D’Andrea, Fedele, Fioretti, Sistarelli e Zoppi. Dopo lo scollinamento arrivava anche D’Ascenzo e i sei al comando di comune accordo continuavano a pedalare bene.

Nella salita conclusiva di Salette sulla testa della corsa arrivava anche Di Panfilo (Team Go Fast) che prima si accodava e poi con uno scatto secco se ne andava verso il traguardo dove vinceva a braccia alzate precedendo Fioretti e il compagno di squadra Fedele.

Successivamente sono andate in scena le premiazioni che hanno visto la presenza del Consigliere Provinciale Cristian Falzogher, dell’Assessore allo sport del Comune di Fermo Alberto Maria Scarfini e del Delegato del Coni Vincenzo Garino. Sul traguardo a gustarsi la manifestazione c’erano anche Mons.Vinicio Abanesi e il Presidente della Camera di Commercio di Fermo Graziano Di Battista.

 

Tutta la gioia di Di Panfilo per la vittoria


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti