facebook twitter rss

Asite: il presidente Cippitelli si dimette,
arriva l’interrogazione
di Io Scelgo Fermo

FERMO - Il presidente dimissionario: "Sono fiducioso e sereno  che si potrà giungere, prima possibile, ad un chiarimento positivo della questione che la magistratura contabile saprà senza dubbio offrire in tempi brevi"
Print Friendly, PDF & Email

 

Il consiglio di questa sera

 

 

Roberto Cippitelli

Terremoto all’Asite dopo le vicende giudiziarie che hanno vista chiamata in causa la società fermana (leggi l’articolo). La Procura della Corte dei Conti di Ancona ha chiesto, infatti, chiarimenti all’attuale consiglio di amministrazione Asite nominato dall’amministrazione Brambatti, ai Revisori dei Conti e allo stesso ex sindaco di Fermo Nella Brambatti in merito alla transazione, ritenuta potenzialmente illegittima, fatta con Asja Ambiente per quel che riguarda l’impianto a biogas. E oggi il presidente Cippitelli si è dimesso. “La Fermo A.s.i.t.e. S.r.l.u. comunica di aver ricevuto in data odierna – si legge in una nota dell’Asite – lettera di  Roberto Cippitelli di dimissioni dalle funzioni di Presidente del Consiglio di Amministrazione e di Amministratore delegato, con auto-sospensione dalle funzioni di consigliere di amministrazione”. “Viste le polemiche di queste ultime ore in merito ai chiarimenti richiesti dalla Corte dei Conti, ho assunto la decisione – le parole di Cippitelli riportate nella nota dell’Asite – di dimettermi dall’incarico di presidente del cda e di amministratore delegato dell’Asite, auto-sospendendo le funzioni di consigliere di amministrazione che mi rimangono, per cercare di riportare la giusta e doverosa serenità che la vicenda richiede.  Mi spiace molto ripensando al gran lavoro svolto, all’impegno profuso e ai risultati ottenuti in questi 5 anni, esclusivamente finalizzati al bene della società. Dispiace soprattutto dover oggi giustificare quella che fu un’operazione che diede una svolta decisiva e positiva alla drammatica situazione in cui versava la società in quegli anni. Operazione che ancora oggi produce i suoi effetti benefici tanto da garantire alla società stessa stabilità e solidità. Però, proprio per l’attaccamento ad essa, ai suoi dipendenti, ai colleghi del cda ed alla preziosa attività che tutti hanno svolto e continueranno a svolgere per il bene comune della comunità, è più giusto togliere ogni motivo di disturbo all’esame della vicenda e qualsiasi problema all’Amministrazione tutta. Sono fiducioso e sereno  che si potrà giungere, prima possibile, ad un chiarimento positivo della questione che la Magistratura contabile saprà senza dubbio offrire in tempi brevi. Solamente dopo saremo in grado di tornare con più appropriatezza su alcune questioni. Rimango comunque a disposizione per il disbrigo delle attività che si dovessero presentare come inderogabili ed urgenti fino al nuovo riassetto della governance.  Rinnovo i ringraziamenti a tutti coloro che hanno consentito di raggiungere i risultati ottenuti”.

Il capogruppo di Io Scelgo Fermo, Pasquale Zacheo

“Il nostro gruppo, oggi, in occasione del consiglio comunale, condividendo l’iniziativa con altre forze politiche – ha fatto sapere il capogruppo di Io Scelgo Fermo, Pasquale Zacheo con un comunicato stampa inviato prima del consiglio comunale – presenterà una interrogazione urgente sulla vicenda che sta riguardando negli ultimi giorni l’Asite. Il sindaco Calcinaro, che certo non può dirsi politicamente estraneo alla delicata situazione venutasi a creare, speriamo voglia chiaramente relazionare su quanto sta emergendo in relazione agli accertamenti della Corte dei Conti, su quali siano i possibili risvolti per l’ente comunale, e sulle intenzioni nei confronti della governance aziendale. La vicenda è molto delicata e riguarda non solo l’azienda o l’ente, ma anche la tranquillità delle tante persone che vi operano”.

Transazione Asja, Comune, Asite: la Procura di Ancona chiede le memorie, possibile maxi-richiesta risarcitoria da 9 milioni di euro

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti