facebook twitter rss

Costituita a Fermo delegazione Lega Navale Italiana, a breve corsi nelle scuole

FERMO - Prospettive di crescita degli iscritti, corsi nelle scuole e volontà di far conoscere il mare non solo per l'aspetto sportivo. Collaborazione con l'associazione Mondo Sommerso
Print Friendly, PDF & Email

di Alessandro Giacopetti

Al momento siamo una delegazione e non una sezione, almeno fin quando non supereremo i 50 soci, e per ora siamo una quarantina”, spiega Luciano Gaucci, in rappresentanza della neocostituita delegazione fermana della Lega Navale Italiana, in procinto di operare sulla costa del capoluogo. Come tutte le altre delegazioni e sezioni dipende dalla Marina Militare. Non facciamo concorrenza a nessuno, tantomeno a Porto San Giorgio, – ha chiarito subito Gaucci – noi siamo nati per puntare all’avviamento dei giovani alla nautica”. Al momento non c’è una sede anche se i contatti con l’amministrazione comunale fermana per trovare dei locali sono in corso: “speriamo ci sia il posto anche per noi – ha detto Gaucci – perché vogliamo portare avanti una attività di conoscenza del mare a Lido di Fermo. 40 gli iscritti ma almeno altri 40 sono in procinto di iscriversi – ha anticipato ancora il presidente – visto che il costo annuale della tessera è molto basso. Speriamo di crescere col tempo. Ci occupiamo di tutti gli sport nautici, non solo vela ma ad esempio anche attività subacquea”.

Anche per questo la presentazione ufficiale è avvenuta nella sede dell’associazione Mondo Sommerso, all’interno della Casa delle Associazioni, dove Gaucci ha anticipato la volontà di “realizzare corsi teorici nelle scuole, ma prima dobbiamo studiare un programma e sottoporlo ai dirigenti. C’è collaborazione tra LNI e Mondo Sommerso, i cui soci potranno usufruire della struttura in quanto tutti facciamo attività per il mare. Chi trae profitto dal nostro territorio deve reinvestire nel nostro territorio”, ha concluso Gaucci.

Presenti tre assessori comunali. Quello allo Sport, Alberto Scarfini ha definito “buona l’idea di avvicinare i giovani alla vela, sport in grado di coinvolgere molte età. Sono convinto che la costituzione della LNI Fermo sia una possibilità di avere nuove iniziative in città. La vela è radicata nel territorio, come dimostrano i risultati della giovane Giulia Cicchinè ai recenti campionati mondiali con un terzo posto nella categoria Under 16”.

Mirco Giampieri, assessore ai Servizi Sociali ha spiegato che “non abbiamo trovato subito una sede per via di alcuni problemi con le strutture comunali derivanti dal recente sisma, per questo alcune associazioni sono rimaste fuori. Avevamo valutato i locali dei centri sociali di Lido di Fermo, che non ha una stanza da mettere a disposizione, e Lido Tre Archi, anch’esso troppo piccolo. Bene – secondo l’assessore Giampieri – la proposta da realizzare nel prossimo anno scolastico, non quello che partirà a settembre, corsi per ragazzi aperti sia ai normodotati che diversamente abili”.

Savino Febi, assessore al Bilancio ha dato il “benvenuto alla delegazione LNI Fermo che completa il panorama delle realtà sociali presenti nel territorio fermano. Sono contento dell’attività di promozione sportiva del mare che è un buon viatico per poter intraprendere nuove politiche sociali. E’ importante coinvolgere i giovani e fargli conoscere il mare. Non trascuriamo poi il fattore economico che gira intorno al mare”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti