facebook twitter rss

Pennello parasabbia,
gli interrogativi di Rocchetti

PORTO SAN GIORGIO - L'attivista pentastellato pone i suoi quesiti sul futuro dell'insabbiamento del porto e sulla scogliera perpendicolare alla costa, presente sul tratto sud di spiaggia
Print Friendly, PDF & Email

Gianluigi Rocchetti

Per arginare il problema dell’insabbiamento dell’ingresso del porto rispunta l’ipotesi pennello (leggi l’articolo). E, con essa, gli interrogativi dell’attivista del Movimento 5 Stelle, Gianluigi Rocchetti: “Leggo della maggioranza che – scrive Rocchetti sulla sua pagina Facebook – si appresta a risolvere il problema dell’insabbiamento del porto con un nuovo pennello, leggo dell’opposizione che si lamenta solo del tempo perso e che di fatto avalla questa soluzione. Premesso che non sono minimamente esperto di idrodinamica e/o ingegneria portuale, ma che da attento osservatore, oltre che cittadino/contribuente, posso sicuramente dire che più di 10 anni fa, vado a memoria, sono stati spesi circa 300 mila euro per un analogo pennello posto nei pressi dello chalet Lo Storione, che non ha sortito gli effetti desiderati e auspicati e cioè la soluzione al problema dell’insabbiamento del porto.
Ora dico: perché con i soldi dei contribuenti non vale il detto “chi sbaglia – se di errore si è trattato – paga”? Visto che non c’è stata la soluzione al problema, perché quegli scogli non sono stati rimossi per utilizzarli per il ripascimento delle scogliere? E, da ultimo, si può sapere preventivamente il costo della nuova operazione di costruzione di questo nuovo pennello? Perché se la maggioranza va avanti per la continuità e l’opposizione avalla senza se e senza ma, l’elezione all’unanimità del presidente del Consiglio la dice tutta sulle “tarantelle” che saremo costretti a vedere nei prossimi 3/5 anni. Ci sono cittadini che si sono rotti le scatole ad essere presi per in giro”.

Porto, il Comune riprende il progetto del “pennello”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti