facebook twitter rss

Successo per la terza
Ciloskatenata in mountain bike

CICLISMO - Oltre 150 ciclo amatori hanno solcato i suggestivi sentieri di Porto Sant'Elpidio per i circa 37 km di percorso identificati dagli organizzatori
Print Friendly, PDF & Email

PORTO SANT’ELPIDIO – Basta scorrere i numerosi “like” e commenti sui social per comprendere la dimensione dell’evento e dell’ottima riuscita dello stesso. Si è trattato infatti di un trascinante cammino nei sentieri, brecciati e sterrati delle splendide colline elpidiensi. Il gruppo organizzatore “Mountain-bike Skatenaty” che fa parte della VPM – Unione Ciclistica Porto Sant’Elpidio, è una squadra di amici relativamente giovane, come del resto molte altre del territorio, costituitesi a seguito dell’esplosione della passione per questo tipo di bici che offre la possibilità di apprezzare le bellezze dei territori.

L’iniziativa in MTB realizzata la scorsa domenica a Porto Sant’Elpidio, ha avuto la partecipazione di ben 150 ciclisti che hanno attraversato i sentieri rurali tra Porto Sant’Elpidio (Villa Barucchello, Fonteserpe, Pescolla) e Sant’Elpidio a Mare (Castellano, Cascinare, Casette d’Ete, lungo Chienti).

Partenza alle ore 9.00 data dall’assessore Sebastiani presso il campo sportivo “Bike Park” di Via Pesaro. I bikers nei 37 chilometri percorsi hanno messo le loro “ruote grasse” su vari tipi di terreno, strade sconnesse, sentieri boschivi, mulattiere rurali e diversi passaggi restituiti dal lavoro di gruppo degli organizzatori alla fruizione di tutti; essi hanno messo passione e impegno e molte volte hanno buttato il cuore oltre l’ostacolo, perché nulla è stato facile. Proprio nell’ultima settimana si sono dovuti risolvere alcuni problemi, quali l’attraversamento di fondi rurali e le sbarre di accesso alle proprietà.

Giampiero Vagnoni, portavoce degli “Skatenaty” riferisce: “Lo spirito che anima la nostra ciclotturistica non è quello di gareggiare facendo competizione. Ogni biker si dovrebbe misurare con se stesso, con il suo stato fisico e con le proprie capacità tecniche che progressivamente andranno sempre a migliorare. Inoltre un aspetto importante del nostro evento è rappresentato dall’attenzione che abbiamo messo e che metteremo all’educazione a questa disciplina a partire dai giovanissimi; i numerosi bambini presenti al bike-park, sostenuti da due maestri/istruttori, si sono divertiti nell’eseguire piccoli esercizi di abilità trasformati in gioco-ciclismo, con la finalità di migliorare l’approccio con la bici e la coordinazione sul mezzo.”

Per la cronaca la Cicloskatenata ha avuto anche un intento solidale con la presenza della prima ambulanza della pubblica assistenza Croce Verde per i suoi primi 40 anni dalla fondazione, un vero cimelio storico tenuto e custodito gelosamente dai volontari e che ha aperto il corteo ciclistico accompagnandolo nella parte iniziale del percorso.

Gli organizzatori dell’iniziativa, patrocinato dal Comune di Porto Sant’Elpidio, Assessorato allo Sport, inserito nel Circuito Centro Sportivo Italiano “4EMME – marche mare monti mtb”, al termine hanno premiato i 5 gruppi più numerosi delle società presenti: Monteurano, Capodarco, Molini-Girola, Montegiorgio e Morrovalle.

Un ringraziamento speciale da parte degli “Skatenaty”, alla Polizia Locale e a tutti i volontari del Gruppo Comunale di Protezione Civile, Ranger, Croce Verde e numerosi appassionati dell’ASD UC Porto Sant’Elpidio, che hanno garantito un elevato livello di sicurezza sui tracciati.

 

Fotogallery


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti