fbpx
facebook twitter rss

A Lido di Fermo la patata di Palmiano,
per una due giorni di gusto e solidarietà

EVENTI - Secondo appuntamento di Fermo & Friends giovedì 10 e venerdì 11 agosto con le prelibatezze preparate dalla Pro Loco del Comune ascolano
Print Friendly, PDF & Email

Dopo il primo riuscito appuntamento di Fermo & Friends in Piazza del Popolo con la Pro Loco di Monte Giberto, seconda tappa della manifestazione solidal-gastronomica che proseguirà sino a dicembre: giovedì 10 e venerdì 11 agosto sarà la volta della Pro Loco di Palmiano che porterà le sue specialità a Lido di Fermo, nel pieno dell’estate ed in mezzo ai turisti vacanzieri, che avranno così la possibilità di conoscere ed apprezzare “sua Maestà” la patata. Palmiano infatti da tempo promuove questo straordinario tubero in tanti modi diversi, fritto, come gnocco e come ciambellina, al punto da farne il protagonista di una vera e propria sagra che si tiene nei primi giorni di settembre in quello che è il più piccolo Comune della Provincia di Ascoli Piceno, Palmiano appunto, che ha subìto ingenti danni dal terremoto.

“Lo spirito di Fermo & Friends” – sottolinea l’assessore al commercio Mauro Torresi – è proprio quello di aprire una vetrina dei territori dell’interno verso la città capoluogo e, in questo caso, verso le migliaia di turisti che frequentano ad agosto le nostre spiagge. Per questo stavolta abbiamo scelto Lido di Fermo, e nei due giorni della festa vi saranno anche spettacoli musicali e di magia per integrare una proposta che è sì gastronomica ma non tralascia ovviamente l’elemento ludico”.

Musica live il 10 e lo spettacolo di magia di Frate Mago l’11 accompagneranno dunque la proposta della Pro Loco di Palmiano. “Unico evento fuori dalla Piazza – prosegue Torresi – perché siamo in agosto e ci è sembrato opportuno cercare di intercettare soprattutto i turisti della costa. Poi, da settembre, torneremo in città con la Pro Loco di Ortezzano e l’esperienza della pigiatura dell’uva a piedi nudi. Volevamo creare un legame virtuoso con l’entroterra per aiutarci vicendevolmente dopo la terribile esperienza del terremoto, e dai primi riscontri che abbiamo mi pare che il nostro messaggio sia stato ampiamente recepito”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X