facebook twitter rss

Max Fanesi: ”La mano di Destro
il valore aggiunto della
Fermana, in Eccellenza
la provincia è ben rappresentata”

IL PERSONAGGIO - L'ex centravanti e direttore sportivo canarino a tutto tondo sul calcio di casa nostra. I gialloblù in C e le fermane nel massimo circuito dilettantistico regionale, come Montegiorgio e Porto Sant'Elpidio, gli argomenti sviluppati agli albori della nuova stagione sportiva
Print Friendly, PDF & Email

 

SAN BENEDETTO DEL TRONTO (AP) – Indimenticabili le sue 9 reti nel memorabile torneo di B della Fermana Calcio 1920 di quasi vent’anni fa e positive le apparizioni come diesse nei rinnovati sodalizi fermani (vittoria della Coppa Italia di Eccellenza con l’U. S. Fermana ed obiettivo salvezza raggiunto nel secondo anno della Fermana F. C.).

Parliamo di e con Massimiliano “Max” Fanesi (foto), una sfavillante carriera d’attaccante professionista, nella scorsa stagione dietro la scrivania da uomo mercato del Real Giulianova. Al momento è libero da impegni dirigenziali di sorta, ma non disdegna la valutazione di eventuali offerte che potrebbero pervenirgli.

“Ora mi sto guardando intorno valutando le evoluzioni del calcio tra Marche ed Abruzzo di diverse categorie. Non ho una particolare predilezione per un campionato o l’altro, sono disposto a soppesare organigrammi e progetti purché di società serie”.

Ci addentriamo nei fatti sportivi di casa nostra.

“La Fermana, almeno per il momento, non ha operato un mercato scoppiettante ma alla prima partita ufficiale ha fatto bene, e si è vista così nuovamente la mano dell’allenatore. La vittoria di Coppa sul Teramo, se pur non da giudizio definitivo, pare dunque rendere la squadra competitiva anche con questo assetto. Il valore aggiunto è Flavio Destro. Vediamo cosa potranno dare i giovani arrivati da poco, certamente la C è un altro tipo di campionato ma l’esordio di stagione ha fatto vedere un ottimo biglietto da visita. Già nel primo campionato l’attuale tecnico mostrò ottime cose da subentrato, lo scorso anno quanto fatto è sotto gli occhi di tutti. Per il momento ha dunque iniziato sotto lo stesso rendimento”.

“Fattore derby? La Samb ha messo a disposizione di mister Moriero un organico importante, per il salto di qualità manca qualcosina però si comincia a parlare di categoria superiore e di campionato importante quindi in riviera potremmo essere alla stagione da viatico. Il Fano ha mantenuto l’ossatura dello scorso anno, dunque parte con una base importante. Credo che non abbia grossi problemi per disputare un campionato tranquillo, senza scossoni pericolanti”.

Passiamo all’analisi delle fermane impegnate in Eccellenza. “Il Montegiorgio al momento può contare su un buon organico, forse gli manca qualcosa ora come ora ma sotto la brillante direzione sportiva di Zeno Cesetti i rossoblù hanno trovato un allenatore di passaggio in queste categorie come Massimo Paci. Il Porto Sant’Elpidio, da matricola, è dunque nuova realtà in categoria ma farà della lotta e dell’agonismo le armi per far bene quest’anno. Vengono tra l’altro da una cavalcata importante e dunque con l’entusiasmo inerziale della scorsa stagione. Di certo sarà utile per la rinnovata avventura”.

Paolo Gaudenzi

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X