fbpx
facebook twitter rss

Differenziata, a Santa Caterina 20 le isole ecologiche informatizzate

FERMO - La rimozione dei tradizionali cassonetti verrà completata nei prossimi giorni, il ringraziamento di Ciarrocchi ai residenti
Print Friendly, PDF & Email

 

Sarà ultimata in questi giorni la rimozione dei tradizionali cassonetti di prossimità nella zona di Santa Caterina. Entrerà così a pieno regime il servizio delle isole ecologiche informatizzate di cui, come noto, sono state installate ben 20 postazioni nel popoloso quartiere fermano.

Come era stato annunciato, dopo il posizionamento delle isole, il nuovo servizio è stato attuato mediante una prima fase di attivazione nella quale le nuove postazioni, per un congruo periodo, sono state affiancate dai vecchi cassonetti per un graduale passaggio dal precedente al nuovo sistema di raccolta dei rifiuti. Tra qualche giorno tutti i cassonetti tradizionali saranno rimossi e per conferire si potranno utilizzare solo le isole ecologiche.

Nelle nuove isole informatizzate i cittadini, dotati di una tessera di riconoscimento, possono conferire tutte le tipologie di rifiuti in modo semplice ed efficiente. Dopo aver abilitato l’apertura permettendo al computer la lettura della tessera (non serve alcun pin), l’utente dovrà premere il pulsante del tipo di rifiuto da conferire (es. carta, plastica ecc.), mettere il sacchetto dei rifiuti sulla bilancia, applicare sull’involucro la banda adesiva che verrà emessa e conferirlo nell’apposito cassonetto (ognuno dei quali avrà un colore di riferimento ed un’indicazione del rifiuto cui è destinato).

“Ringraziamo per la collaborazione i residenti che stanno recependo il nuovo sistema – ha detto l’assessore all’ambiente Alessandro Ciarrocchi – il successo di questo passaggio decisivo dipende principalmente proprio da loro. Stiamo già vedendo anche dagli incontri informativi fatti, una partecipazione fattiva e concreta. I cittadini non abbiano remore nell’approcciarsi al nuovo sistema. In questa prima fase, oltre ad una fisiologica tolleranza in caso di errori involontari per i quali non vi saranno sanzioni, non mancherà il sostegno e l’assistenza da parte del Comune, della FermoAsite e delle associazioni ambientaliste, che collaborano sempre fattivamente, con gli ecovolontari che presteranno opera di formazione ed informazione nei confronti dei residenti, dando spiegazioni e chiarimenti sul corretto modo di conferire”.

E a proposito, “per poter conferire – ha aggiunto Marco Amati, responsabile tecnico FermoAsite – è necessaria una tessera che i residenti hanno ritirato nel corso di incontri pubblici o di appositi punti allestiti per la consegna. Coloro che non hanno ancora ritirato le tessere possono rivolgersi agli uffici della Fermo Asite di contrada San Martino o telefonare al n. 0734. 621177: otterranno tutte le informazioni sul ritiro delle tessere e ogni illustrazione necessaria sul funzionamento del servizio”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X