facebook twitter rss

“Ricostruzione, il Pd non si tira indietro”, nell’esecutivo regionale entra Marcela Coman

POLITICA - Il segretario Francesco Comi traccia i punti fondamentali dell'azione del partito, dal post sisma all'organizzazione interna. Proseguono intanto in tutte le Marche le Feste de L'Unità
Print Friendly, PDF & Email

Il Partito Democratico non si ferma e continua a lavorare per il territorio marchigiano, in particolare per le zone colpite maggiormente dal terremoto. E’ la sintesi del messaggio del segretario regionale Francesco Comi, che spiega anche i prossimi step dell’attività del partito, annunciando l’ingresso nell’esecutivo di nuove figure, tra le quali Marcela Coman di Porto San Giorgio.

“È stato un anno intenso, duro per la comunità marchigiana. Tante, troppe cose sono accadute. Senza mai rassegnarci o fermarci a contemplarle le abbiamo affrontate. Certo che abbiamo incontrato difficoltà che sembravano insuperabili! Chi può negarlo?! A volte abbiamo temuto pure di non farcela, ma mai abbiamo rinunciato all’idea di risolverle. Tutti hanno fatto la loro parte, senza risparmiarsi. Purtroppo abbiamo ancora molto da fare. Siamo solo all’inizio.

Il PD Marche, le federazioni provinciali tutte, i singoli circoli, il gruppo consiliare ed il governo regionale stanno in questi giorni approfittando della pausa estiva per aggiornare, rilanciare la propria azione, acquisire maggiore consapevolezza, essere più organizzati e competitivi. Sono grato a tutti loro ed orgoglioso di appartenere a questa comunità.

Il PD è un partito che nelle difficoltà ed in tempi di crisi cerca di affrontare i problemi ed è profondamente diverso da quelle forze politiche che sfuggono al confronto di merito e gongolano nel disfattismo.

Nell’augurare a tutti noi di ritrovarci dopo la pausa estiva pronti per affrontare le sfide che ci attendono vi sintetizzo in 5 punti alcune riflessioni ed informazioni, spero utili”.

1. RICOSTRUZIONE

“Siamo ad anno dal primo sisma nel quale hanno perso la vita 51 persone ad Arquata del Tronto. Solo dopo due mesi altre fortissime scosse hanno coinvolto tantissimi altri comuni e provocato enormi danni al patrimonio pubblico e privato. Il primo impegno è stato ricoverare in sicurezza e dignità le persone colpite. In questo anno tutti, Regione, sindaci, amministratori, tecnici , funzionari pubblici hanno lavorato senza sosta per realizzare le strutture abitative d’emergenza che entro il mese di novembre verranno tutte consegnate. Sono state approntate tutte le ordinanze per la ricostruzione, quasi un miliardo e 200 milioni di euro di fondi pubblici sono stati destinati ai territori colpiti: contributo di autonoma sistemazione, realizzazione delle Sae, delle stalle d’emergenza, acquisto di patrimonio edilizio da destinare in sostituzione delle Sae. Sono stati approvati il piano A e B per le nuove scuole, il primo piano stralcio delle opere pubbliche, il primo piano dei beni culturali . C’è ancora moltissimo da fare: dobbiamo lavorare per la ricostruzione fisica e psicologica di quelle comunità ferite e violate . Ci aspetta un compito gravoso ed il PD con i suoi rappresentanti nelle istituzioni e nei territori non si tirerà indietro”.

2. FESTE DE L’UNITÀ

“In queste settimane il PD ha organizzato e sta organizzando molte feste per presentare proposte, rendicontare azione di governo nazionale e territoriale, promuovere dibattiti. Per questo voglio ringraziare i tanti volontari che hanno già dato e stanno offrendo il loro contributo. Voglio ricordare le feste di Offida, Grottammare, San Benedetto, Ascoli, Porto San Giorgio, Fermo, Porto Sant’Elpidio, Sant’Elpidio a Mare, Macerata, Potenza Picena, Chiaravalle, Senigallia, Pesaro ed Urbino.

La festa nazionale si svolgerà ad Imola dal 9 al 24 settembre. Invitiamo tutti a partecipare ricordando che il 24 si terrà l’intervento conclusivo del nostro segretario nazionale Matteo Renzi.

La festa nazionale degli enti locali si svolgerà invece a Pesaro dal 25 agosto al 3 settembre”.

3. TESSERAMENTO

“Dal 6 al 15 ottobre si svolgeranno i Congressi di Circolo per eleggere il segretario e l’Assemblea provinciale ed il segretario di Circolo. Potranno godere del diritto di elettorato attivo e passivo, tutti gli iscritti del 2016 nonché i nuovi iscritti 2017 alla data del 25 settembre 2017. Presso tutte le tutte federazioni marchigiane sono disponibili i moduli tessere”.

4. ORGANIZZAZIONE

“Presso la sede regionale del PD Marche ho incontrato Luciano Agostini, Marcela Coman, Maurizio Mangialardi e Marco Marchetti. A tutti e quattro ho chiesto una maggiore e diretta responsabilità nella direzione del partito marchigiano. Abbiamo parlato dell’impegno gravoso della Regione nella ricostruzione post sisma, nella realizzazione dei nuovi grandi ospedali di primo livello, della riorganizzazione del partito attraverso i prossimi congressi provinciale, della necessità di coinvolgere tutti a partire da chi ha invocato il congresso straordinario lasciando loro ruoli liberi nell’esecutivo. Al termine della riunione gli invitati hanno accolto la mia richiesta di entrare nel nuovo esecutivo regionale dove lavoreranno insieme ai segretari provinciali ed ai riconfermati responsabili dei tanti dipartimenti tematici e organizzativi. Sono grato loro di aver accettato”.

5. DIREZIONE REGIONALE

“Il 4 settembre ho convocato la direzione regionale per presentare il nuovo esecutivo, i dipartimenti tematici ed organizzativi, approvare il regolamento per i congressi provinciali ed il bilancio consuntivo. Nuove sfide e rinnovate ci attendono. È tempo di agire, insieme”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X