facebook twitter rss

Bimbo vaga sulla spiaggia,
la Municipale si mobilita:
rintracciati i genitori

PORTO SAN GIORGIO - Il bambino si era allontanato dai genitori sul lungomare sud e da lì, smarritosi e perso l'orientamento, ha vagato fino allo chalet Vela. Genitori rintracciati poco dopo
Print Friendly, PDF & Email

Questa mattina gli agenti della polizia municipale di Porto San Giorgio sono corsi allo chalet ristorante Vela e da lì sono partiti con le ricerche di una coppia di genitori. Nello chalet, infatti, è stato accompagnato un bimbo di 4 anni. Il piccolo vagava sulla spiaggia ed è stato notato da alcuni bagnanti che lo hanno avvicinato, soccorso e intrattenuto giocando con una palla. Nel frattempo, però, era partito in contemporanea l’sos alla Municipale. Sul posto sono arrivati quattro agenti: mentre due di loro si sono preoccupati di tranquillizzare il piccolo, gli altri sono stati impegnati nella ricerca dei genitori.
Per rintracciarli è stato necessario diffondere un messaggio fonico a ripetizione lungo il tratto di costa cittadino.
Gli agenti hanno quindi atteso diversi minuti l’arrivo del padre e della madre. E grazie alle ricerche delle divise e gli annunci con il servizio della fonica fatti diramare con urgenza e ripetutamente dagli agenti, i genitori sono arrivati sul posto, agitati ma allo stesso tempo felicissimi di poter riabbracciare il loro bambino. Si tratta di una coppia di origini albanesi residenti in provincia di Piacenza e in vacanza in città. Il bambino si è allontanato da loro, mentre tutti e tre erano sul lungomare sud, perdendo poi l’orientamento e vagando in direzione nord. E quando ha rivisto i genitori si è lanciato, felicissimo, verso di loro. La Municipale, comunque, prima di riconsegnarlo definitivamente, hanno identificato i genitori e si sono sincerati che si sia trattato realmente di un fatto accidentale e non di incauta custodia di minori.
Il comandante della Municipale, Giovanni Paris, ha rivolto un plauso al personale del suo comando: “La presenza costante sul territorio ci permette di aumentare il livello di sicurezza”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X