facebook twitter rss

Il tifo canarino sfida il caldo
ed il bollino rosso di
traffico del rientro

CALORE DAGLI SPALTI - Più di cento sostenitori gialloblù per la prima del rinnovato campionato professionistico, purtroppo dall'epilogo amaro considerando la vittoria domestica dei romagnoli
Print Friendly, PDF & Email

I sostenitori della Fermana presenti a Ravenna

RAVENNA – I veri tifosi non sentono la fatica, non temono le temperature calde ed umide, ma macinano centinaia di chilometri di strada intasata dal controesodo, consapevoli anche dell’orario non proprio agevole previsto per il rientro. Tutto questo pur di supportare la propria squadra che deve giocare, all’esordio nella nuova categoria, fuori casa di domenica sera.

Tra loro anche l’assessore allo sport Alberto Maria Scarfini ed il consigliere comunale Giulio Pascali. L’amministrazione comunale di fermo si riconferma dunque anche in questa nuova stagione calcistica ferma sostenitrice della squadra cittadina: tra i tifosi anche il capogruppo Daniele Iacopini e l’esponente di minoranza Mirco Temperini.

Con essi circa 150 tifosi al seguito, che hanno fatto sentire tutto il loro affetto e che hanno raggiunto il Benelli affrontando anche qualche problema alla biglietteria ospiti, che ha creato disagio e ritardo a chi fremeva per entrare a portare energia ai ragazzi di mister Flavio Destro. La sassata di Lelj che ha sorpreso Valentini è stato l’episodio che ha decretato la sconfitta, che è stato comunque susseguito da cori di incitamento dei marchigiani.

Silvia Remoli

 

Fotogallery

La Fermana applaude i propri tifosi a fine gara nonostante la sconfitta

L’assessore allo sport Scarfini all’ingresso del “Benelli”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X