facebook twitter rss

Il Porto Sant’Elpidio cade sotto i colpi
di Iovannisci, il Grottammare è
con un piede ai quarti di finale

COPPA ITALIA ECCELLENZA - Con una doppietta del fantasista classe 1996, i grottammaresi mettono una seria ipoteca sul passaggio del turno. I rivieraschi, dopo un primo tempo di attesa e di studio, creano buone occasioni, ma si spengono dopo i due gol del numero 10 in maglia celeste.
Print Friendly, PDF & Email

Il saluto al termine della gara tra i due tecnici, Stefano Cuccù e Manolo Manoni

PORTO SANT’ELPIDIO – È finito il tempo del calcio parlato e delle amichevoli estive, finalmente con l’arrivo di settembre si torna a fare sul serio. Il match di oggi del Ferranti, valido per gli ottavi di Coppa Italia di Eccellenza, offre la sfida tra Porto Sant’Elpidio e Grottammare. I rivieraschi si riaffacciano nel secondo campionato dilettantistico per importanza dopo nove anni dall’ultima volta, mentre i grottesi puntano al riscatto dopo una stagione passata in sordina. La formazione di Stefano Cuccù deve fare i conti con diverse assenze: gli infortunati Lattanzi, Ribichini e Castracani e gli squalificati dalla scorsa edizione della Coppa Marconi, Cuccù e Marozzi. In campo dal primo minuto, per i rivieraschi gli ex Grottammare, Nicolosi e Ionni.

IL TABELLINO

PORTO SANT’ELPIDIO 0 (4-2-3-1): Ciccarelli; Nicolosi, Mengo, Marcantoni, Stortini; Ionni, Chiappini; Cimadamore (15′ st Marziali), Giacomozzi (15′ st Brunelli), Islami; Cingolani (33′ st Belletti). A disposizione: Smerilli, Balestra, Armellini, Vesprini. All. Stefano Cuccù

GROTTAMMARE 2 (4-3-3): Beni; Orsini (20′ st Belleggia), Carminucci, Vallorani, Valentini; Traini, De Cesare (9′ pt Cameli), Ioele (20′ st Cocci); Iovannisci, Ludovisi (26′ st De Panicis), D’Angelo. A disposizione: Pirozzi, Vespasiani, Paregiani. All. Manolo Manoni

RETI: 35′ st e 39′ st Iovannisci

ARBITRO: Kristian Ubaldi di Fermo, Zef Preci di Macerata, Andrea Pizzuti di Macerata

NOTE: Ammonito Cameli; corner 3 – 8; recupero 2’+2′; spettatori 150 circa

LA CRONACA

Dopo ben 125 giorni dall’ultima apparizione in gare ufficiali, il Porto Sant’Elpidio torna al Ferranti per il calcio che conta (allora era il 29 Aprile scorso contro il Potenza Picena, finì 3-2 per i biancoazzurri). Quest’oggi si parla di un altro campionato, di un’altra categoria e l’avversario di turno è il Grottammare di Manolo Manoni, gara valida per l’andata degli ottavi di Coppa Italia.

Dopo il fischio d’inizio delle ore 16.00 le due formazioni sembrano restare sulla difensiva per studiare l’avversario e di fatto, la prima vera occasione arriva solo al 22′ quando Islami si addentra in un dribbling a rientrare da sinistra verso il centro dell’area ed esplode un bel destro che fischia sul palo più lontano difeso da Beni. La reazione ospite tarda ad arrivare, ma al 41′ da un pallone scodellato al centro da Iovannisci il Grottammare si fa pericoloso con la deviazione difensiva di Chiappini che spinge verso la propria porta la sfera, ma per fortuna del centrocampista rivierasco il palo salva il risultato.

Nella ripresa il canovaccio tattico del match cambia: il Porto Sant’Elpidio rientra dagli spogliatoi con un atteggiamento diverso, maggiore grinta e pressing alto. Tattica che dà i suoi frutti quando al 22′ del secondo tempo Cingolani si libera bene in area spalle alla porta e prova a battere a rete, la conclusione viene ribattuta dalla difesa celeste, ma a rimorchio arriva Nicolosi che prova a metterla dentro con un potente mancino tuttavia Beni è reattivo e mette in angolo. Lo snodo del match arriva al 34′ della ripresa quando su una sassata dalla distanza di Carminucci il neo portiere elpidiense, Ciccarelli, devìa in corner la palla: dalla bandierina si presenta Iovannisci che con un sontuoso mancino a girare indirizza la palla direttamente in porta, qui l’estremo locale si fa trovare impreparato e non riesce a respingere la sfera che termina rovinosamente in rete. Quattro minuti più tardi il fantasista grottese classe 1996 si ripete e da calcio di punizione fa uscire dal cilindro un’altra magia di mancino che vale il raddoppio ospite: palla sopra la barriera con un Ciccarelli che può solo raccogliere la palla nel sacco. Il secondo gol annienta mentalmente i padroni di casa che non riescono più a creare occasioni. Sugli sgoccioli di gara un’ispirato Iovannisci ci riprova nuovamente da calcio d’angolo, ma questa volta a salvare il Porto Sant’Elpidio ci pensa la traversa. Termina 0-2 con il Grottammare che prenota il pass per i quarti di finale, ma i giochi non sono ancora chiusi perché mercoledì 13 settembre al Pirani di Grottammare ci sarà il match di ritorno. Ad attendere chi passerà il turno ci saranno i quarti di finale mecoledì 27 settembre (gara di andata).

Leonardo Nevischi

A sinistra il capitano del Grottammare, Nicolò De Cesare, uscito malridotto dal campo dopo una botta al polpaccio, mentre a destra il man of the match, Gianmarco Iovannisci, autore di una doppietta


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X